La frutta per crescere sani

3' di lettura 13/03/2009 - Sensibilizzare e responsabilizzare i bambini ed ovviamente le loro famiglie al consumo di frutta fresca come spuntino.

Partire da ciò per “prender lo spunto” ad una rivisitazione della propria alimentazione. Questi gli obiettivi del progetto “Il mercoledì della Frutta” realizzato dai SIAN dell’ASUR Marche in collaborazione con gli Istituti Scolastici dell’infanzia e di primo grado. Nella ZT6 di Fabriano, dove opera il Servizio Igiene alimenti e Nutrizione diretto dalla dott.ssa Gabriella Colao, la partecipazione degli studenti è stata notevole con una adesione che ha superato i 1.200 soggetti iscritti agli Istituti Comprensivi “M. Polo” di Fabriano ed agli Istituti di Sassoferrato e Cerreto d’Esi oltre alla II elementare dell’Istituto Comprensivo Statale di Serra S. Quirico. Perché la frutta? Per lo scarso consumo da parte del bambino di questo alimento come del resto avviene per la verdura.



La recentissima indagine nazionale “Okkio alla salute” ha fatto emergere la cattiva abitudine della maggioranza a non fare colazione in maniera corretta prima di andare a scuola, cattiva abitudine che influisce, purtroppo, in maniera significativa sul manifestarsi di condizioni di sovrappeso / obesità. Partendo da queste evidenze il progetto ha inteso promuovere l’attuazione di uno spuntino salutare, nel senso che da esso dovrebbe essere apportato non più di circa il 5% delle calorie totali della giornata, cioè circa 80-120 Kcal ed a cominciare dal consumo regolare di frutta fresca di stagione approdare a migliorare le abitudini quotidiane. Per invogliare soprattutto i più piccoli, insegnanti ed operatori sanitari stanno proponendo laboratori del gusto ed incontri sul tesoro di salute che possiamo assicurarci dagli alimenti di origine vegetale. In sinergia con il SIAN, la sensibilità al “benessere dello studente” da parte dei dirigenti scolastici e dei docenti del Liceo Classico e dell’ITAS è approdata all’offerta di alimenti salutari (frutta fresca, yogurt, prodotti da forno della tradizione locale, succhi di frutta senza zuccheri aggiunti) attraverso la distribuzione automatica.



Presto, inoltre, arriverà sulle tavole delle mense scolastiche un nuovo menu calibrato, nella proposta di alimenti, sulle più recenti indicazioni nutrizionali. Da segnalare, in merito, l’intesa tra il SIAN e l’Assessorato ai Servizi Educativi del Comune di Fabriano che determinerà l’insediamento a breve termine della Commissione Tecnico Scientifica Comune Asur ZT6 e della Commissione Mensa in rappresentanza dei genitori. Il SIAN, tra le sue attività, promuove anche sicurezza a mensa per i soggetti affetti da celiachia ed ha effettuato corsi di informazione rivolti al personale addetto alla preparazione dei pasti nelle mense scolastiche dei Comuni della ZT6.



Sempre lo stesso Servizio ha incontrato gli iscritti all’Università degli Adulti del Comune di Fabriano per promuovere la cultura della sana alimentazione, intesa come apporto variato ed equilibrato dei nutrienti principali coniugato con l’adozione di uno stile di vita costantemente attivo. Perseguendo questo cammino il servizio sanitario, anche attraverso il Centro di Educazione Nutrizionale ubicato in Via Mamiani 43 di Fabriano, intende partecipare al processo irrinunciabile di promozione della salute della comunità locale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2009 alle 18:26 sul giornale del 13 marzo 2009 - 838 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità





logoEV