Costantini: impossibile aprire attività commerciale in centro storico con affitti fuori mercato

fabriano 2' di lettura 18/03/2009 - “Ricorre da qualche tempo, in particolare sulla stampa cittadina e regionale, il tema delle “chiusure in centro storico”.

Un tema importante che sta a cuore all’Amministrazione comunale ed al sottoscritto che ha la delega alle attività produttive tra cui, quindi, il commercio. Un argomento, però, che per lo più viene affrontato in modo generico senza analizzare ed approfondire quali sono le cause che determinano questa situazione. Non c’è dubbio che una componente importante è rappresentata dalle difficoltà economiche complessive che il nostro paese e Fabriano stanno vivendo. Ma non c’è dubbio che alla situazione concorrono in modo importante e significativo, spesso in modo determinante, l’entità degli affitti che, in centro storico, vengono “praticati”. Purtroppo i locali a disposizione sono appannaggio di un numero molto limitato di proprietari, diciamo tre o quattro, che possono determinare affitti molto alti, oggi del tutto improponibili nella realtà economica che stiamo vivendo.



Perché – dobbiamo domandarci - negli ultimi anni, un consistente numero di attività hanno avuto una vita media molto limitata? La risposta è semplice: perché l’entità dell’affitto stabilita era del tutto impraticabile rispetto al volume di affari. Ciò, poi, contrasta in modo forte con gli affitti che riscuote il Comune per i locali di cui è proprietario. Si tratta di somme, a volte, inferiori anche di dieci volte il che fa capire quale forbice esiste tra gli affitti comunali e quelli dei privati. A questo punto è chiaro che l’entità dell’affitto di un locale per di più in una situazione di stagnazione della domanda è un elemento decisivo. Chi si avventurerà a pagare due, tre o quattro migliaia di euro al mese per una attività che, già in partenza, sa che farà una gran fatica a tenere la barca a galla?



Il messaggio, quindi, che lancio lo voglio indirizzare ai proprietari dei locali della zona più centrale della città che, come tutti sanno, sono molto pochi. Inoltre voglio invitare rappresentanti di categoria, singoli commercianti, rappresentanti sindacali o politici, a non mistificare la realtà perché in economia vale un principio molto semplice: possono fare una attività se ci sono le condizioni economiche. Come è possibile attivare una attività commerciale in centro storico quando gli affitti sono del tutto fuori mercato?



Angelo Costantini

assessore alle Attività Produttive






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2009 alle 17:30 sul giornale del 18 marzo 2009 - 929 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano





logoEV