Restituzione dei contributi sospesi per il terremoto: una vergogna

partito democratico 4' di lettura 18/06/2009 - In questi giorni non si parla d’altro, si parla solo della restituzione dei contributi e tributi sospesi a seguito degli eventi sismici avvenuti nel 1997 nelle Marche ed in Umbria.

E\' scandaloso come questa materia, che coinvolge tantissimi cittadini, venga gestita da alcune forze politiche in maniera demagogica e mistificatoria. I cittadini sono persone oneste, soprattutto quelli delle Marche e dell\'Umbria che eticamente riconoscono di dover restituire parte dei benefici ottenuti in quegli anni. Vorremmo ricordare che la prima, di una serie di ordinanze, fu firmata dall\'allora Ministro dell\'Interno On. Napolitano, delegato della Protezione Civile, che ha permesso a questo territorio di non soccombere in termini di blocco dell\'economia ed a seguire, ha favorito il coinvolgimento delle Regioni e dei Sindaci permettendo una ricostruzione non solo urbanistica, ma anche emotiva del tessuto sociale, a misura del territorio, divenuta eccellenza. (Cosa ben diversa da quello che stanno definendo in questo periodo per l\'Abruzzo, escludendo i Sindaci da questo processo!!)


Una eccellenza oggi negata. Berlusconi parla di \"tende\" ancora in essere nel ns. territorio, evidentemente si è distratto in qualche campeggio lungo la costa. Dovrebbe invece riflettere sul fatto che la nostra ricostruzione è stata oculata ed efficace, ha permesso a tutti, graduando i danni, di ricostruire le proprie case, di ricostruire interi paesi lì dov\'erano, cosa non tanto ininfluente! Da ultimo, l\'esperienza della ns. Regione ha permesso di rendere funzionante un Ospedale da campo in Abruzzo in meno di 48 ore dal sisma. Ma è riuscito a non citare MAI il modello Marche-Umbria, nella passerella elettorale scandalosa in Abruzzo, sempre per quel famoso equilibrio che dovrebbe esistere tra la verità e la mistificazione politica da lui praticata. (Per dovere di cronaca, evidenzio che i benefici tanto sbandierati per l\'Abruzzo, colpito in maniera ferocemente più grave rispetto alle nostre zone, termineranno alla fine di luglio 2009!!) Ora, ricordate i manifesti a caratteri cubitali con i quali FI rivendicava di aver ottenuto la restituzione dei contributi al 40% ,in 10 anni, del dovuto? Mistificante, come al solito! La rivendicazione è della nostra Regione e dei nostri governi di centro-sinistra, di nessun altro! Bene, cosa ha fatto il Governo Berlusconi?


Dove sono gli esponenti del Pdl eletti da questo territorio in questi giorni? Vorremmo ricordare che i decreti 162 e 185 sono stati convertiti in leggi a dicembre 2008 e gennaio 2009, ebbene loro dov\'erano? I presidenti delle Regioni Marche ed Umbria hanno sollecitato da subito il governo affinché intervenisse una proroga per questi distretti, vista la crisi strutturale ed economica che ci attanaglia. I Sindaci, compreso quello del Comune di Fabriano, stanno esercitando tutto il loro potere affinché non si \"parli\" soltanto, ma avvengano fatti concreti. Il Ministro Brunetta, che mortifica ed offende continuamente tutti i dipendenti pubblici, avrebbe dovuto praticare quell\'esempio di SEMPLIFICAZIONE ed EFFICIENZA che sbandiera e, nonostante ciò, dovrebbe riflettere sul fatto che il sovraffollamento in tutte le strutture, (la fila per pagare alle poste, per verificare i tributi da pagare all\'Agenzia delle Entrate) vuol dire onestà, non solo intellettuale, dei cittadini e di tutti gli operatori pubblici che hanno fatto del loro meglio e continuano a fare il loro dovere.


Perché non ha emesso o fatto emettere circolari e/o note con le quali allertare tutte le strutture interessate, compresi i CAF viste le scadenze canoniche delle denunce dei redditi? Perché non ha verificato e/o rimpinguato gli organici affinché l\'Agenzia delle Entrate, le Poste Italiane, gli Enti Pubblici interessati fossero in condizione di sopportare questa grande afflluenza ed offrire il servizio che i cittadini meritano? Perché giocano sempre su più tavoli: da una parte confidando in quel luogo comune per il quale nessuno si sarebbe preoccupato di ricostruire l\'importo delle tasse da pagare (evidentemente è una logica consolidata e praticata …) dall\'altra poiché le Marche e l\'Umbria sono governate dal centro-sinistra, non va concesso loro niente, quindi se pagano meglio, dobbiamo rimpinguare le casse. Non c\'è altro da dire che: VERGOGNATEVI!!!!


Graziella Monacelli ed i Consiglieri Comunali PD






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2009 alle 18:06 sul giornale del 18 giugno 2009 - 1173 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico





logoEV