Genga: torna la tradizionale Festa d\'Autunno

2' di lettura 16/11/2009 - La Nona edizione della tradizionale Festa d\'Autunno, trasformatasi in uno degli appuntamenti di grande richiamo per Genga e la realtà montana, ha impresso una spinta operativa davvero invidiabile alla Pro Loco presieduta da Mario Bonetti.

Un gruppo coeso alle spalle composto anche da tante, determinate rappresentanti del gentil sesso, gli consentono, infatti, di pensare al futuro prossimo con entusiasmo. Infatti, il 20 dicembre, sempre nell’incantevole e popolare sfondo del blasonato castello, si terrà la prima edizione del “Mercatino di Natale”, con tanto di mostra e vendita dei prodotti tipici e dell\'Artigianato che, con lungimiranza gli esponenti della Pro Loco sono andati a vedere in quello che è considerato un borgo d’arte e sapori d’eccellenza, Talamello. Sede d’importanti iniziative di valorizzazione di prodotti tipici e tradizionali dell’Appennino Centrale, dove ad ottobre si svolge la fiera delle Castagne della Valmarecchia, mentre a novembre diventa la capitale del formaggio di fossa, con una bella fiera dedicata al prodotto. A questo appuntamento hanno preso parte una folta delegazione della Pro Loco (nella foto) capeggiata dall’inossidabile presidente. Quest’ultimo ha avuto modo di contattare molti espositori presenti al fiorente e interessante mercato allestito nel Castello del piccolo Borgo nel cuore del Montefeltro, posto alle propaggini del Monte Pincio, in Alta Valmarecchia.

“Una trasferta promozionale vincente” ci ha comunicato Bonetti, “in quanto abbiamo ottenuto l’interesse di diversi espositori che ovviamente proporranno dal famoso formaggio, a mieli e castagne e altra affinità con Genga, con le mele autoctone di questo comune di Urbino e Pesaro. Per altro, abbiamo avuto la conferma sul “Fossa” – evidenzia ancora Bonetti – alla base dell’intero menù preparato con gusto e raffinatezza nella tipica “Locanda dell’Ambra” di Talamello, che si sposa bene con un vino bianco, elegante, maturo e tra i più adatti da abbinare ci sono proprio il Verdiccio dei Castelli di Jesi ed il Verdicchio di Matelica”. Fatte salve le curiosità proposte per il l’oramai prossimo “Mercatino di Natale”, va evidenziato pure che la sua apertura sarà preceduta dall’accensione dell’Albero e appaiato a numerose iniziative in collaborazione con la scuole di Genga, il Comune, il Consorzio Frasassi e le Associazioni di volontariato.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2009 alle 10:48 sul giornale del 17 novembre 2009 - 1358 letture

In questo articolo si parla di Daniele Gattucci, autunno





logoEV