Festando,Marche d'Acqua e Fabriano acquarello: vendita benefica delle opere

Aurelio Pedrazzini 19/12/2010 -

Tra gli innumerevoli appuntamenti inseriti nel maxi cartellone delle festività 2010 c’è stata la vendita per beneficenza delle opere che gli artisti delle estemporanee di Festando 2010, di Marche d'Acqua e di Fabriano acquarello hanno donato.



Bellissime e ben più di 90, acquistabili per beneficenza da web direttamente all'indirizzo http://www.inartefabriano.it/festando/ oppure ammirate dal vivo come domenica 19 dicembre, dalle 15 alle 18.30 presso il Museo della Carta, accanto alla mostra di Luigi Cioli, o presso la sede di InArte, ogni giorno, in orario lavorativo.

La Rassegna può essere sintetizzata dal concetto: quando l’arte aggrega e si prende cura del territorio cui appartiene. Tanto vero che l’arte raramente annette e ghermisce d’attenzione il territorio di appartenenza e dei problemi sociali circostanti.

“Nel nostro caso” spiegano dal Direttivo di InArte “pensiamo che con grande sforzo, a piccoli passi, abbiamo già tracciato un percorso di avvicinamento fra gli artisti e di educazione rivolta agli altri”. Impegno corale sostenuto dal gruppo dirigente di InArte, da tutti gli artisti, gli associati e quelli che hanno partecipato alle giornate di pittura estemporanea devolvendo complessivamente centoventicique lavori.

“Fra le firme - chiosano i nostri interlocutori - artisti di grande rilievo che hanno sostenuto l’associazione InArte ed incoraggiare l’iniziativa, ritenendola significativa ed importante per tutto il territorio. Cinquantotto gli artisti presenti, di cui trentatre fabrianesi, gli altri provenienti da ogni parte d’Italia, alcuni anche dall’estero, tutti hanno operato in seno all’estemporanea di Marche d’Acqua, in concomitanza della prima edizione del Premio Fabriano acquarello, poi Festando 2010, svoltasi al Giardino del Poio lo scorso luglio ed infine Fabriano acquarello, dello scorso ottobre, associando un gioiso e folto gruppo di artisti che ha lavorato in sintonia nello spirito che caratterizza l’associazione fabrianese fin dal suo esordio – ancora - la comune passione e la volontà di mettersi in gioco anche a beneficio degli altri è stata coinvolgente tanto che parecchi degli artisti delle prime edizioni sono tornati a Fabriano per rivivere la cooperazione e la magica atmosfera della nostra città. Ringraziamento particolare – tengono ad evidenziare da InArte - va all’associazione Acae che ha condiviso con noi queste attività, a tutte le maestranze cittadine ed agli Assessori Ruggeri e Balducci che ci sostengono e ci supportano, ma soprattutto al Maestro Aurelio Pedrazzini acquarellista milanese. Aurelio oltre ad averci letteralmente conquistato con la sua maestria e grande umanità ha voluto generosamente donare una preziosa collezione di acquarelli per la beneficenza.

E’ stato un grande onore averlo avuto a dipingere con noi, a Fabriano, per ben tre volte; speriamo di poter ospitare una sua mostra personale nel 2011. Siamo certi – concludono - che anche per il 2010 riusciremo a contribuire con la solita generosità, le opere saranno cedute a libera offerta, comunicheremo al più presto l'ente che beneficerà della solidarietà di tutti”.

Inciso finale va all’ Associazione InArte che nasce a Fabriano nel 2006 e vanta oggi circa settanta artisti associati, fabrianesi, ma non solo “equamente innamorati” ci rispondono “del mondo artistico, di esprimere, sperimentare e condividere una passione comune”. Il Sodalizio ha collaborato fin dagli esordi con i gruppi locali, Acae e Polisarte di Fabriano, con associazioni ed enti di Gubbio, Urbino, Foggia, Pesaro, Roma, Milano, oltre che con numerosi artisti anche di livello internazionale “portando il nome di Fabriano in ambienti culturali importanti e mai scontati, facendo attenzione a che l’associazione non entrasse mai in ambiti commerciali, ma comunque con l’intento di fare cultura anche a beneficio del mondo produttivo e turistico fabrianese”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2010 alle 23:34 sul giornale del 20 dicembre 2010 - 2481 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Daniele Gattucci, pittore, aurelio pedrazzini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fEI