Collettivo studentesco 70C occupa gli uffici comunali

Collettivo studentesco 70C occupazione 23/12/2010 -

Nella mattinata del 22 dicembre, in occasione della votazione del decreto Gelmini al Senato, il Collettivo Studentesco 70C assieme ad altri studenti di Fabriano, ha deciso di occupare simbolicamente la sezione “Istruzione Pubblica” all’interno degli uffici comunali.



Quest’iniziativa è volta a rendere manifesto il disagio percepito dagli allievi che sono consapevoli di essere colpiti da una riforma responsabile di tagliare a zero i fondi per le scuole pubbliche, favorire il settore privato a danno di quello pubblico e auspicare ad una selezione classista degli studenti che si vedranno sottrarre il loro “diritto allo studio”; tutto ciò in nome di una “meritocrazia” che ha come unico fine quello di definire la formazione scolastica in base ai criteri produttivi ed ai diktat di Confindustria.

Anche a Fabriano, come nella giornata del 14 dicembre a Roma, gli studenti hanno ripreso il famoso slogan “Que se vayan todos” (se ne devono andare tutti, usato dal popolo argentino durante la crisi finanziaria del 2001), per ribadire, partendo dal basso, la sfiducia totale verso la classe dirigente italiana, completamente indifferente verso le rivendicazioni studentesche.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-12-2010 alle 18:10 sul giornale del 24 dicembre 2010 - 942 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, comune, gelmini, Collettivo autonomo fabrianese, occupazione, collettivo studentesco 70 C

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fNA