Pcl: 'Solidarietà alla Cgil e all'Anpi di Fabriano per gli atti intimidatori dei neo-fascisti'

PLC Partito Comunista dei Lavoratori 1' di lettura 12/08/2011 -

Gli atti intimidatori ai danni delle sedi CGIL ed ANPI compiuti in questi giorni dai neofascisti a Fabriano, impongono al Partito Comunista dei Lavoratori ed a tutti i sinceri democratici della città l’espressione della più fraterna solidarietà a queste due organizzazioni. I teppisti hanno colpito queste due organizzazioni poichè rappresentano, nonostante i loro profondi limiti politici, i due riferimenti attualmente più importanti di aggregazione ed organizzazione per i lavoratori italiani e le loro famiglie. Non vorremmo fosse una “minaccia” in vista del prossimo autunno caldo e non solo un semplice atto di teppismo.



È comunque doveroso denunciare con forza l’inquietante crescita della piaga sociale e politica dell’estremismo neo-fascista, drammaticamente presente anche nel nostro territorio.

Tale sciagurato fenomeno trova una concausa nel pauroso “vuoto di rappresentatività democratica”, che avvertono i giovani a causa della scomparsa della “presunta sinistra”, la quale, anche a Fabriano, non si interessa più al futuro che incombe sui giovani e non offre loro prospettive di lotta valide, prestando il fianco a derive razziste e autoritarie. Purtroppo è evidente che per certi partiti e per alcune sigle sindacali, ciò che conta non sono le prospettive delle nuove generazioni o la loro mancanza di valori di riferimento, ma, soprattutto, i rapporti di potere e le poltrone che riescono a conquistare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2011 alle 16:38 sul giornale del 13 agosto 2011 - 815 letture

In questo articolo si parla di cgil, politica, pcl, fabriano, Partito Comunista dei Lavoratori, anpi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/opc





logoEV