Delegazione dei GD a Bruxelles

06/12/2011 -

Nella scorsa settimana una delegazione dei Giovani Democratici della Provincia d’Ancona, composta dai ragazzi del circolo di Senigallia e di Fabriano, è partita alla volta di Bruxelles per una tre giorni di incontri presso gli uffici della Regione Marche a Bruxelles e presso il Parlamento Europeo.



Durante l’ultima visita dell’onorevole Debora Serracchiani nella Provincia d’Ancona era stato espresso il desiderio di poterci incontrare con lei presso il suo ufficio all’Euro Parlamento per poter vedere ed aver modo di toccare con mano uno dei luoghi nevralgici della democrazia europea. Abbiamo approfittato dell’occasione che ci si è presentata per visitare anche gli uffici della Regione Marche dove siamo stati calorosamente accolti dalla responsabile Dott.ssa Passarani e da Dario Romano, Consigliere Comunale di Senigallia con delega alle politiche europee e attualmente impegnato in un periodo di lavoro presso la delegazione della Regione Marche a Bruxelles, il quale si anche gentilmente offerto di accompagnarci nelle visite ufficiali e non solo, che si sono svolte nella città. Alla Regione la dottoressa Passarani ci ha illustrato, ed inseguito abbiamo discusso insieme, di quelle che sono le funzioni che vengono svolte a Bruxelles per conto della regione Marche. L’incontro tenutosi è stato molto proficuo perché abbiamo avuto modo di renderci conto dell’importanza di avere una così alta sede di rappresentanza presso quella che è una vetrina verso l’Europa, e che ci permette di avere un canale di collegamento diretto e funzionale tra la Regione Marche, che è responsabile dello sviluppo innovativo, e l’Unione Europea.

Tra i vari argomenti trattati si è anche discusso dell’innovativo progetto JADE che volge ad utilizzare la domotica per migliorare i servizi di assistività, ovvero creare un nucleo abitativo intelligente che si adatti a quelle che sono le esigenze di chi lo vive. L’altro principale argomento trattato è stato quello della Macro Regione Adriatico-Ionica, la quale sembra aver preso la via della messa in atto. Un altro obiettivo sarà quello di estendere il corridoio Baltico-Adriatico, che va da Helsinki a Ravenna, fino alla città di Bari. Nella stessa giornata ci siamo recati presso l’Euro Parlamento dove siamo stati accolti dall’assistente della Serracchiani, che prima di accompagnarci presso l’ufficio dell’Onorevole, ci ha accreditato e guidato in una visita al Parlamentarium illustrandoci i vari uffici e le aule di commissione in cui vengono svolte le funzioni parlamentari. All’incontro che è seguito si è instaurato da subito un clima molto informale che ci ha permesso di avere una conversazione semplice e diretta come forse troppo poco spesso accade nel mondo della politica. Riteniamo che quello che è emerso da questo confronto sia la necessità di avere un’Europa più unita a partire dai suoi cittadini nei quali si dovrebbe instaurare un sentimento di comunità sempre più profondo e radicato. Questo sentimento di cittadinanza europea si dovrebbe poi rispecchiare in quelle che sono le politiche dei singoli stati membri, i quali dovrebbero avere il coraggio di cedere parte della propria sovranità, anche economica, per un interesse ed un valore più alto dell’intera Unione Europea.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2011 alle 15:47 sul giornale del 07 dicembre 2011 - 652 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, fabriano, bruxelles, giovani democratici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sB8