5° edizione del 'Premio Valore Lavoro'

Premio Valore Lavoro 4' di lettura 11/12/2011 -

La buona imprenditoria marchigiana, il valore aggiunto dei lavoratori e più in generale dell’intero staff di una ditta, il leit motiv della 5° edizione del “Premio Valore Lavoro”.



Importante celebrazione che ha premiato dieci aziende delle Marche, tra cui la Ecoservice di Matelica e, inserita nell’ambito della Giornata delle Marche, l’Airforce di Urbano Urbani, riconosciuta da parte della Federazione dei Maestri del Lavoro d’Italia – Consolato Marche, tra le imprese che si sono distinte nell’ambito della sicurezza sul lavoro.

Con l’Airforce, giovane e dinamica azienda che ha saputo conquistare in breve tempo una importante posizione tra i migliori produttori di cappe a livello mondiale, in questa manifestazione, tenuta nell’aula magna del Palazzo comunale di Recanati, alla presenza dell’assessore regionale alla Formazione e Lavoro, Marco Luchetti, sono state gratificate anche la Moretti Compact di Lunano, Santarelli Costruzioni di Ascoli Piceno, Tigamaro di Tolentino e tre Elle di Fermo. Inoltre, per la prima volta nel conteso della Rassegna , è stato anche riconosciuto anche il valore della continuità degli interventi e delle giuste prassi e per questo sono state assegnate menzioni fuori concorso ad alcune aziende gratificate nelle passate edizioni tra cui la Cooperativa sociale Inkarta e la Spes di Fabriano. Un passo indietro per dire che la manifestazione, istituita dalla Regione Marche, con il contributo del Fondo Sociale Europeo, ha lo scopo “di valorizzare le migliori competenze, esperienze e capacità attuate dalle realtà imprenditorialità delle Marche favore delle risorse umane e di condividerle tra aziende, istituzioni ed opinioni pubblica”.

Da qui le parole dell’esponente dell’esecutivo regionale “le imprese selezionate rappresentano la punta di diamante del patrimonio imprenditoriale e umano delle nostra terra. Chi crede e investe energie per le buone pratiche aziendali dimostra come si possano coniugare, anche nell’attuale periodo di crisi, valori quali sviluppo, sicurezza, innovazione, integrazione sociale a pari opportunità”. La manifestazione, condotta da Paolo Notari, oltre al saluto del sindaco di Recanati Francesco Fiordelmondo e l’intervento dell’assessore Luchetti, ha visto gli imprenditori premiati con pergamena e quadri dell’artista Emo Romoli, prendere la parola per raccontare al pubblico alcune esperienze legate alla loro attività. “L’Airforce” ha detto Urbani, ideatore e fautore di Made in Fabriano Accademy presentato per l’occasione allo stesso Luchetti

“E’ impresa di uomini ove l'efficacia dei risultati in termini di prodotto si sviluppa in base ad una politica industriale, connotata da una forte e continua ricerca. Studio, volontà di lanciare uno stile, di proporre un Made in Italy ancor più incentrato ed avanzato sui processi di scelta, dove alta qualità si declina con funzionalità ed affidabilità, design ed innovazione – ancora - una gestione industriale sostenuta da tecnologia e rafforzata da una forte cooperazione, di un gruppo, di un team, consapevole delle difficoltà del mercato globale, ma che interpreta e vede questa stessa difficoltà come una sfida, ed intende essere protagonista del settore. Il nostro settore – ha aggiunto - quello delle cappe aspiranti, che da anni ci trova presenti nelle principali rotte europee e pronti a salpare oltre oceano nei mercati emergenti. Pronti e presenti quindi, nell'evoluzione delle nuove cappe d'arredo o in versione soltanto filtrante, aperti alle nuove frontiere del mercato, ove centro resta la famiglia e la possibilità di migliorare la qualità di vita della stessa.

Innamorati del prodotto, vissuto come una missione sociale di aiuto e visto come possibilità di preservare l'ambiente, portando avanti una sensibilità che ci anima e ci spinge a ricercare il risparmio energetico grazie all'ausilio di sempre più sofisticati prodotti e servizi innovativi e con elevate prestazioni ambientali, cercando nel nostro piccolo di contribuire alla mitigazione della crisi climatica. Airforce – ha concluso - è una flotta tutta italiana, fortemente europea, aperta al mondo, ma connotata e localizzata nel territorio dove negli anni '70 e' nata e si e' diffusa la cappa aspirante come elettrodomestico centrale di ogni cucina, prima in Italia e poi nel mondo, che ha incrementato negli ultimi anni del 15% gli organici”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-12-2011 alle 19:16 sul giornale del 12 dicembre 2011 - 1171 letture

In questo articolo si parla di attualità, Daniele Gattucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sOn





logoEV