Linea Ferroviaria Civitanova-Albacina: 'Scongiurare il ridimensionamento'

ferrovia 20/12/2011 -

L’Amministrazione provinciale di Macerata è impegnata ad intraprendere tutte quelle iniziative volte a scongiurare il pericolo di un ridimensionamento della linea ferroviaria Civitanova Marche – Albacina. L’azione da svolgere dovrà essere concordata e coordinata con i Comuni interessati, le Organizzazioni Sindacali, le Istituzioni scolastiche.



Lo prevede un ordine del giorno approvato dalla Giunta provinciale, su proposta del presidente Antonio Pettinari. “L’intervento della Regione Marche per riattivare buona parte delle corse soppresse nei giorni scorsi da Trenitalia a livello regionale, per quanto importante e propizio, non è sufficiente in quanto con esso – spiega il presidente della Provincia – si interviene sulla situazione contingente, ma lascia ovviamente impregiudicata la situazione di precarietà in cui le Ferrovie dello Stato da anni tengono la linea ferrata maceratese, continuamente minacciata di ridimensionamento”.

L’ordine del giorno della Giunta provinciale pone l’accento sulla “rilevanza dei servizi ferroviari attualmente prestati, nelle due direttrici, sulla linea Civitanova Marche – Albacina, peculiarmente volti a soddisfare le esigenze di trasporto di un ampio bacino d’utenza comprendente lavoratori, studenti (anche universitari) e pendolari in genere che si muovono tra la fascia costiera e l'entroterra fino al fabrianese”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2011 alle 17:04 sul giornale del 21 dicembre 2011 - 735 letture

In questo articolo si parla di attualità, ferrovia, macerata, provincia di macerata, civitanova, stazione ferroviaria, fabrianese, tagli, antonio pettinari, albacina