Poiesis inaugura la tre giorni di cultura

2' di lettura 25/05/2012 - Parte 'la Grande Opera' che porterà, in questo fine settimana, personaggi della cultura nazionale ed internazionale a Fabriano. L'inaugurazione nella suggestiva cornice del Giardino del Poio.

Francesca Merloni apre l'inaugurazione della quinta edizione di Poiesis e presenta un calendario fitto di incontri, concerti, mostre e molte altre iniziative che ruotano intorno al concetto di cultura ed alle sue declinazioni. "E' stato un lungo e importante lavoro. Ognuno di noi è un mattone, questo festival infatti è il frutto della passione di un gruppo di volontari grazie ai quali abbiamo potuto realizzare la Grande Opera che è la visione e la proiezione dell'infinito che ci costituisce ed è dentro di noi", così Francesca Merloni, organizzatrice del festival, da inizio a questi tre giorni dedicati alla cultura e aperti a tutti in quanto gratuiti; "il festival è un canto popolare altissimo" afferma Merloni visibilmente emozionata.

Presente all'inaugurazione anche il presidente della Regione Marche Gianmario Spacca :"Auguro all'evento un grande successo perchè è attraverso la consapevolezza di noi stessi e della nostra cultura che possiamo trovare nuove strade; dietro alla nostra realtà manifetturiera infatti c'è finezza e cultura". Continua il presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande :"E' attraverso la cultura che capiamo meglio il presente e il futuro". Interviene infine il neosindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola: "Vorrei che Poiesis fosse per questa città uno sconvolgimento culturale, quell'evento che ci farà cambiare perchè la cultura è lo strumento che ci serve per guardare lontano. La città quindi accolga Poiesis come il festival che ci arricchirà per affrontare il futuro". Presenti inoltre rappresentanti della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco. Fabriano si prepara così ad accogliere importanti ospiti tra cui Elisa, i fratelli Taviani, Pierfrancesco Favino, Marracash.








Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2012 alle 19:56 sul giornale del 26 maggio 2012 - 773 letture

In questo articolo si parla di cultura, fabriano, vivere fabriano, Raffaela Cesaretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zzX





logoEV