Consiglio Comunale: Pdl ritira l'interpellanza sui gruppi consiliari ma è polemica con D'Innocenzo

Giampaolo Ballelli 2' di lettura 06/09/2012 - 'Abbiamo ritirato la nostra interpellanza in merito alla costituzione dei gruppi consiliari. Il motivo è semplice: la città ha problemi seri, l’occupazione, il rilancio dell’economia, il traffico, l’inquinamento, la tutela dei suoi monumenti e dell’ambiente. Non possiamo far perdere tempo al Consiglio Comunale su questioni di lana caprina anteponendo questioni personali agli interessi della collettività' così il coordinatore Pdl Ballelli.

Nel merito: La linea politica del Pdl di Fabriano alle elezioni amministrative è stata quella di affiancare al simbolo di partito due liste civiche collegate. Un indicazione che veniva dal nazionale, prima approvata nel coordinamento cittadino e poi presentata ed approvata all’unanimità nel Coordinamento Provinciale. Ferma restando l’autonomia di mandato dei consiglieri comunali eletti è evidente che Urbano Urbani - capo gruppo PDL uscente, vincitore delle primarie a Sindaco del partito, candidato che - con il simbolo del Pdl - ha portato il centro destra al ballottaggio con un ottimo risultato elettorale – avrebbe costituito il gruppo il Popolo della libertà in Consiglio Comunale.

Ora - anche se non vi è una regola scritta - quando si è all’opposizione il ruolo del capogruppo viene assegnato a chi è stato candidato a Sindaco. Aggiungo che Urbani è stato un ottimo capo gruppo, presente e puntuale nelle comunicazioni, mentre D’Innocenzo – che ha altre qualità – non brilla certo per presenza. Basta leggere le presenze al voto dei dieci anni passati o quello che è successo ieri in consiglio comunale. In presenza di una importante ordine del giorno sul lavoro - presentato dal movimento 5 stelle, poi emendato e fatto proprio anche dall’assessore Galli e dalla maggioranza – al voto risolutivo D’Innocenzo era assente. Se avessimo solo lui a rappresentare il partito che figura avremmo fatto con la città? Ribadisco che non c’è da parte del partito di Fabriano nessuna volontà di alimentare uno scontro inutile e senza senso.

Per noi Silvano D’Innocenzo fa parte a pieno titolo del partito e del suo gruppo consiliare, tuttavia, non possiamo accettare che il nostro candidato Sindaco sia costretto ad entrare nel “gruppo misto” perché D’Innocenzo non vuole nessun altro nel gruppo per fare, lui da solo, il capogruppo. Noi non gli poniamo nessun veto, nessuna condizione. Anche per questo è stata nominata “capo gruppo” Giovanna Leli. La scelta di una donna - eletta per la prima volta in consiglio comunale – è sta fatta anche per dare il segno del rinnovamento, della partecipazione, della volontà di non alimentare uno scontro inutile.


di Giampaolo Ballelli
coordinatore Pdl Fabriano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2012 alle 12:02 sul giornale del 07 settembre 2012 - 691 letture

In questo articolo si parla di politica, PDL Fabriano, giampaolo ballelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Dv9





logoEV