Successo a Fabriano per i 'Notturni' di Patrizia Balducci

1' di lettura 24/09/2012 - Era dal tempo del 'Gentile e l’alto Rinascimento' del 2006 che non si vedeva così tanta gente in Pinacoteca. L’hanno detto in molti, sabato scorso, quando il sindaco Giancarlo Sagramola ha inaugurato, nei locali dell’arte fabrianese, la mostra personale 'Notturni' di Patrizia Balducci che resta visibile fino al 7 ottobre.

Pubblico numeroso, competente e interessato, coinvolto nelle suggestive e spesso inquietanti opere della Balducci che, dopo il successo dello scorso anno ottenuto a Jesi per la sua prima personale, ha mostrato nelle 18 opere inedite un’evoluzione che i critici hanno definito impressionante. Organizzata dall’associazione culturale Marche Atipica, che per l’occasione ha fatto esibire il violinista Alfonso Cutulo nei Notturni di Chopin, e resa possibile dal sostegno di sponsor come Multigreen Srl ed Excel Export, oltre che dalla sensibilità della Città di Fabriano e della Pinacoteca B.Molajoli, la mostra assume un valore speciale nello stato di forte crisi generale.

“I quadri stessi della Balducci - ha dettoSagramola - sono centrati sul dolore e sulla disperazione dell’umano, ma con un messaggio di speranza”. Significati e messaggi che diventano forti quanto trasparenti nelle opere in mostra, come ha sottolineato la curatrice Simona Cardinali: “Patrizia ha messo in scena una nuova dottrina delle tenebre dove l’uomo può affacciarsi nella porta del mistero e investigare il futuro”. Molti apprezzamenti per l’allestimento pulito e lineare ideato dall’architetto Riccardo Bucci e per l’arredamento urbano, dove i notturni personaggi dei quadri d sono stati riprodotti e istallati in vari punti del corso di Fabriano, che ha succitato interesse e meraviglia. (info 336.649028).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2012 alle 17:19 sul giornale del 25 settembre 2012 - 1379 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Eaf





logoEV