L'amministrazione conferma l'aumento dell'Imu

tasse 1' di lettura 27/09/2012 - L'aumento dell'Imu relativo alla seconda casa e alle imprese passerà dal 9 al 9,8 per mille. Per la seconda abitazione comporterà un aggravio di spesa medio di circa 50 euro mentre più difficile sarà capire quanto inciderà per le imprese, visto che varierà a seconda della posizione e del valore catastale.

Sembrerebbe essere stata una decisione sofferta ma inevitabile quella presa dal sindaco Sagramola e dagli amministratori di aumentare l'Imu sulla seconda casa. Le cause che hanno portato a questa scelta sarebbero diverse, prima tra tutte l'emergenza neve costata al comune 690mila euro. Il Governo non avrebbe ancora contribuito a sanare questa spesa e il comune di Fabriano ricaverebbe dall'aumento dell'Imu circa 590mila euro. Altri 240mila euro si dovrebbero ricavare dall'integrazione del piano di alienazione. Con queste entrare si andrebbero a coprire gli interventi a causa della neve, una causa persa di recente dal comune e la sistemazione di un problema riguardo la Tarsu. L'Imu sembrerebbe essere l'unica possibilità di intervento, non potendo toccare le tariffe, anche perchè il prossimo anno potrà essere rimodulata.






Questo è un articolo pubblicato il 27-09-2012 alle 16:42 sul giornale del 28 settembre 2012 - 2209 letture

In questo articolo si parla di attualità, tasse, fabriano, vivere fabriano, Raffaela Cesaretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EiB





logoEV