L'addio della Faber ad Abramo Galassi, creatore del distretto delle cappe di Fabriano

AbramoGalassi 3' di lettura 09/10/2012 - Faber, rappresentata dalla dirigenza e dai suoi dipendenti, esprime profonda commozione per l’incolmabile perdita di Abramo Galassi, fondatore dell’azienda nel 1955.

Mossa da grande dolore per la sua scomparsa, l’azienda desidera commemorare con estremo affetto la sua levatura non solo imprenditoriale, ma anche umana e culturale, attraverso un breve percorso delle opere compiute per la creazione di quel gruppo internazionale che è oggi la Faber e per il suo prezioso contributo allo sviluppo del territorio marchigiano. Imprenditore che ha contribuito alla creazione dell’eccellenza del made in Italy nel mondo, Abramo Galassi nasce a Fossato di Vico (PG) nel 1923. Divenuto nel 1943 docente presso l’Istituto Tecnico Industriale di Fabriano, nel 1955 fonda con tre soci e amici la Faber Plast Srl come azienda specializzata nella lavorazione delle materie plastiche e delle resine sintetiche. Grazie alla lungimiranza e al genio innovativo, nel 1958 progetta e mette sul mercato i primi modelli di cappe in plexiglas.

Nel 1963, grazie all’inserimento di un aspiratore all’interno di una cappa per cucina a tiraggio naturale, Faber produce, per prima in Italia, una cappa aspirante decretandone il successo dell’azienda prima sul territorio nazionale e pochi anni la conquista dei mercati a livello internazionale. Nasce il distretto fabrianese della cappa, che si svilupperà negli anni successivi a seguito di spin off dalla Faber. Tra i fautori del boom economico, gli anni ‘60 e ‘70 vedono l’azienda crescere con l’apertura della nuova sede produttiva Flaminia di Fossato di Vico (PG), che facilita lo sviluppo dell'attività sul piano internazionale. Nel 1973 gli viene conferita l’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, seguita da quelle di Ufficiale nel 1975 e di Commendatore nel 1981. Negli anni ’80 e ‘90 l'azienda continua a crescere grazie a continue acquisizioni e joint venture che vanno a presidiare mercati importanti quali l’Europa, gli USA e il Sud America. Nel 1991 l’inaugurazione del nuovo stabilimento automatizzato di Sassoferrato e l’apertura ai mercati mediorientali per rendere ancora più competitivo il gruppo. Fino agli anni del nuovo millennio, dove l’azienda mantenendo costantemente la sua leadership di settore, decide di creare le basi per uno sviluppo sinergico con la multinazionale svizzera Franke data la comunanza di valori e strategie.

Nel 2002 gli viene conferito il Premio Nazionale “I Marchigiani dell’anno che il premio Ernst & Young “Imprenditore dell’Anno 2002” nella sezione Global. Non solo magnate dell’industria italiana, Abramo Galassi sarà conosciuto come benefattore in campo medico (sue le donazioni all’ospedale di Fabriano per l’acquisto di attrezzature di alta diagnostica) e per la sua opera di mecenatismo, che lo ha visto impegnato nel dare slancio alla vita artistica, culturale e sociale sia a Fabriano sia nei luoghi in cui il gruppo Faber ha operato ed opera. Sua l’ammirabile attività di sponsorizzazione per il restauro delle opere di Gentile da Fabriano. Degno di menzione il restauro de “L’Adorazione dei Magi”(1423) avvenuto nel 2004, oltre a quello del “Polittico Quaratesi”(1425) nel 2001, due delle più importanti opere di Gentile da Fabriano ora esposte alla Galleria degli Uffizi di Firenze.

Alla base del successo del Professore - come veniva chiamato affettuosamente dai suoi dipendenti - c’è la grande passione per il lavoro e la determinazione nel perseguire i progetti, ma anche la convinzione che il successo si costruisca giorno per giorno in un clima di appartenenza e di solidarietà. Proprio per questo azienda e dipendenti ci tengono a restituire alla famiglia e al territorio l’indelebile ricordo della figura che hanno conosciuto: un uomo dalle qualità eccezionali, un imprenditore che ha fatto la differenza nell’industria italiana, determinando l'economia di due regioni - Umbria e Marche - e dando lavoro negli anni a più di 500 famiglie.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2012 alle 20:26 sul giornale del 10 ottobre 2012 - 6414 letture

In questo articolo si parla di cronaca, faber

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EJ2





logoEV