Caccia 'senza regole' ad Ancona e provincia: in azione le Guardie Venatorie Volontarie

fauna selvatica sequestrata 2' di lettura 10/10/2012 - E’ iniziata da poco più di tre settimane la stagione di caccia e già l’attività della Vigilanza Venatoria di WWF e Legambiente nella Provincia di Ancona ha fatto registrare un’intensa attività di controllo sul territorio.

Diverse le pattuglie di Guardie Volontarie impegnate nel controllo dell’attività venatoria e nel contrasto del bracconaggio, coordinate dalla Polizia Provinciale, soprattutto attorno all’Oasi WWF di Ripabianca di Jesi e nei punti a maggior densità di cacciatori. E i risultati non sono ovviamente mancati, in particolare nei confronti dei cacciatori che spesso vengono trovati armi in pugno in prossimità delle strade e soprattutto delle case. Molte le segnalazioni ricevute dai cittadini, che hanno portato le Guardie Venatorie ad accertare numerose violazioni ad altrettanti cacciatori, che pur di sparare a qualche piccolo uccello non esitano a mettere a rischio l’incolumità dei cittadini.

Ben più gravi invece le violazioni accertate alcuni giorni fa, quando i Volontari di WWF e Legambiente hanno denunciato un cacciatore che, sorpreso troppo vicino ad una strada, non trovava di meglio che abbandonare l’arma in un fossato per poi cercare di giustificarsi in maniera maldestra cercando di evitare la pesante sanzione. Intervenuta sul posto la Polizia Provinciale, che ha provveduto al sequestro dell’arma. Domenica scorsa invece nelle campagne di Osimo è stato sorpreso un cacciatore che si avvaleva addirittura di due richiami acustici elettronici, mezzo vietato dalla legge ma utilizzato dai bracconieri per richiamare i piccoli uccelli migratori.

Dopo il ritrovamento del primo richiamo, il cacciatore ha cercato di nascondere il secondo, ma l’esperienza delle Guardie Volontarie ha reso inutile l’espediente. Il bracconiere ora rischia l’ammenda fino a 1.500 euro, mentre sono già stati sequestrati i due richiami vietati, il fucile e la fauna selvatica illecitamente abbattuta. Continua anche l’attività di ricerca dei richiami acustici vietati posizionati nelle campagne, grazie anche alle segnalazioni dei cittadini che collaborano con la Vigilanza Volontaria nell’opera di contrasto al bracconaggio.


da Nucleo Vigilanza WWF Italia - Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2012 alle 16:18 sul giornale del 11 ottobre 2012 - 738 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di ancona, ancona, fauna, Nucleo Vigilanza WWF Italia - Ancona, sequestrata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ELZ


Amato Beccaceci

11 ottobre, 10:21
I bracconieri, vanno puniti e le Guardie Provinciali fanno egregiamente il loro lavoro.
Questo articolo però,fatto dal nucleo di vigilanza del WWF, è offensivo nei confronti di TUTTI gli altri cacciatori che rispettano la legge!
Va bene che i membri del WWF in Italia sono contrari alla caccia, ma come io rispetto le loro idee, pur non condividendole, loro dovrebbero fare lo stesso.
In tutta Europa, gli ambientalisti ed il WWF collaborano con i cacciatori per salvaguardare flora e fauna. In Italia NO. Forse....ancora non sono..... connessi col loro cervello??

Kit Utente Vip

11 ottobre, 12:44
Purtroppo sono di due categorie troppo diverse, sarà molto difficile collaborare.

Già il titolo caccia "senza regole" è fuorviante.
Considerato l'alto numero di cacciatori, le "diverse pattuglie di guardie volontarie", il numero di infrazioni (2)...... Direi che più che di caccia senza regole si dovrebbe parlare di cacciatori molto disciplinati.

dedicatevi al tiro al piattello, sfogate la vostra voglia di uccidere facendo box o qualche altra attività simile. L'altro giorno a Bocca trabaria sembrava di essere in guerra dalle schioppettate, c'era gente che voleva andare a funghi ma non aveva il coraggio di addentrarsi nel bosco. I cacciatori tutelano la flora e la fauna!!! AHAHAH Questa è davvero una c.....a da competizione!! Sparate ad ogni uccelletto e disseminate in giro piombo e cartucce, e questa la chiamate tutela della flora e della fauna? Ma andate a fare il tiro al piattello che è meglio.

fedetek
io non sono un cacciatore, mo ho solamente fatto un appunto a chi ha scritto l'articolo

quanto ad aver paura ad addentrarsi nel bosco, mi sembra una baggianata, dato che non credo ci siano uccelli che aspettano la schioppettata stando tranquilli sul terreno
inoltre, conoscendo molti cacciatori che amano anche andar per funghi e tartufi, credo che anche loro sappiano che non è bene sparare ad altezza uomo
poi gli idioti esistono dappertutto..... ti può anche capitare che, camminando sui marciapiedi misti di Senigallia qualche ecologico ciclista ti investa

fedetek sei un "grande". Dimmi che strada farai perchè io ne farò un'altra, non mi fido di chi ha ancora il paraocchi.........e poi attento al saturnismo........i dati scientifici dicono che è una malattia scomparsa, inesistente, ed anche gli acquatici ne sono esenti, però questa non te l'hanno detta...........impara ad informarti di persona, dalle comunità scientifiche, non dalle comunità di comodo pseudo verde-ambientaliste-contro tutto, ma pro contributi statali e non.




logoEV