3a edizione dell’iniziativa CNA ‘Laboratorio didattico per la creazione d’impresa'

2' di lettura 16/10/2012 - Si è svolto nella mattinata di martedì 16 ottobre il primo dei tre incontri previsti con gli studenti delle classi V degli istituti ITIS 'Aristide Meloni' e IPSIA 'Miliani Vivarelli' di Fabriano, all’interno del progetto della CNA provinciale di Ancona 'Laboratorio didattico per la creazione d’impresa'.

A questo primo appuntamento, dei tre previsti dall’iniziativa, erano presenti circa 20 studenti in rappresentanza dei due Istituti, insieme alla Dott.ssa Angela Peragine e al Segretario della CNA di Fabriano Mirco Gaggiotti, i quali hanno presentato il progetto ai ragazzi sottolineando l’importanza del rapporto stretto tra mondo della formazione e mondo dell’impresa. La Cna di Fabriano ha accolto con piacere l’adesione di ben quattro Istituti Scolastici d’Istruzione Superiore ('Merloni-Miliani', ITG ‘Morea- Vivarelli’, Liceo Classico ‘Francesco Stelluti', Liceo Scientifico ‘Vito Volterra’) che si sono mostrati attenti e disponibili a creare insieme alla CNA un rapporto di stretta collaborazione per far conoscere agli studenti cosa significa essere impresa e soprattutto piccola impresa in questo territorio, specificando quali opportunità, nonostante la crisi, può offrire questo mondo.

Il concorso ‘La migliore idea imprenditoriale’ giunta alla terza edizione coinvolge a livello provinciale ben 13 Istituti Scolastici: il progetto che coinvolge gli studenti delle classi V, prevede l’istituzione di un laboratorio didattico per la creazione d’impresa per un totale di 9 ore, nel corso delle quali dei consulenti CNA ed imprenditori del territorio svolgeranno attività di orientamento finalizzata alla trasmissione degli elementi necessari alla definizione di un idea imprenditoriale. Questa iniziativa assume un valore particolare in un distretto dove per anni i giovani hanno seguito la strada ‘facile’ dell’inserimento nella grande impresa, non prendendo in dovuta considerazione la possibilità di lavorare e crescere presso aziende artigiane o piccole e medie imprese.

La crisi che ha toccato questo modello di sviluppo tutto fabrianese, rimette in gioco la figura e il ruolo delle PMI con la loro capacità di essere flessibili, innovative e in grado di formare e valorizzare al meglio le loro maestranze. A conclusione del percorso didattico gli studenti dei vari Istituti dovranno presentare un proprio progetto d’impresa, tenendo in considerazione la sostenibilità economica, finanziaria e sociale dell’idea imprenditoriale, senza dimenticare il contesto locale per lo sviluppo della stessa. La migliore idea sarà premiata a livello economico da una commissione fatta da imprenditori e consulenti CNA.






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2012 alle 19:10 sul giornale del 17 ottobre 2012 - 519 letture

In questo articolo si parla di lavoro, cna, fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E22





logoEV