Confartigianato: quelli che sfidano la crisi

Confartigianato logo 2' di lettura 12/11/2012 - Cresce il ricorso all’auto imprenditorialità in una zona che vive una profonda crisi occupazionale. La Confartigianato incontra, martedì 13 novembre alle ore 18.30 presso la sede in via Di Vittorio a Fabriano, chi vuole aprire una attività.

Il Fabrianese ha bisogno di nuova linfa per rigenerarsi. Il comparto artigiano evolve sotto la spinta delle mutate esigenze di mercato e la nascita di nuove attività è quanto di più necessario perché il distretto recuperi competitività. Cresce nel territorio il ricorso all’auto imprenditorialità in una zona che vive una profonda crisi occupazionale - commenta Simone Clementi Segretario Confartigianato Fabriano. Noi offriamo un sostegno concreto, dice Clementi. Oggi (martedì 13 novembre) alle ore 18.30 Confartigianato presso la sede in via Di Vittorio 3 a Fabriano incontrerà gli aspiranti imprenditori.

Chi diventa imprenditore investe sulle proprie capacità per crearsi un lavoro e costruire un futuro per sé e per altri – continua il segretario della Confartigianato Fabrianese Simone Clementi. Per questo è vitale che vi sia attenzione e supporto per lo start up di impresa. Mettersi in proprio significa pensare concretamente al futuro. Oggi dunque l’incontro tra chi ha in testa una idea di business e vuole mettersi in proprio per realizzarla e gli esperti di Confartigianato, pronti a rispondere a tutte le domande sulla vasta tematica che è lo start up d’impresa. Momento delicato, la fase di avvio di attività è fondamentale per “partire bene” con il passo giusto. Troppe imprese aprono per chiudere nel giro di brevissimo tempo. Del resto, creare dal nulla una attività non è cosa che si possa improvvisare. Serve una guida che possa accompagnare per mano il neoimprenditore durante l’intera fase di start up.

Consulenza su leggi, normative, procedure necessarie e obbligatorie per l’avvio di attività in ciascun settore produttivo; stesura di un business plan per “mappare” tutti gli step di apertura e consolidamento d’attività nei suoi primi mesi di vita, redazione di strategie commerciali con strumenti di marketing efficienti e competitivi. Per questo Confartigianato ha creato il servizio di Fare Impresa che risponde a tutte queste esigenze e che verrà presentato agli aspiranti imprenditori nel corso dell’assemblea. Grazie al “Fare Impresa”, il neoimprenditore sa di poter contare su un “tutor” sicuro, capace di guidarlo e consigliarlo nelle prime fasi di vita della sua attività. Una garanzia da non sottovalutare in questo momento così complesso e in una fase congiunturale così incerta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2012 alle 16:11 sul giornale del 13 novembre 2012 - 815 letture

In questo articolo si parla di lavoro, confartigianato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/FWt





logoEV