Al Teatro Gentile con 'Le Pillole d’Ercole' il 16 e 17 marzo

3' di lettura 13/03/2013 - Debutterà sabato 16 marzo alle ore 21, con replica domenica 17 alle ore 17, lo spettacolo Le Pillole d’Ercole, nuova produzione di 'Papaveri e Papere'.

Le Pillole d’Ercole è ancora oggi la commedia più rappresentata di Charles Maurice Hennequin (scritta in collaborazione con Paul Bilhaud nel 1907). La storia è una serie di irrestistibili gags, qui pro quo, colpi di scena, un grande meccanismo comico che offre al contempo un’acuta osservazione critica dell’animo umano. Ogni istante la vicenda si complica arrivando a ingenerare situazioni così paradossali e complicate che sembra impossibile allo spettatore, tra una risata e l’altra, che tutto ritorni alla normalità, arrivando al lieto fine. Un progetto che continua nel solco del teatro comico, percorso che ha caratterizzato l’Associazione Papaveri e Papere fino al debutto.

Verrà utilizzato l’adattamento di Massimiliano Giovannetti che curerà anche la supervisione artistica dello spettacolo. Attore, regista, sceneggiatore, autore, Giovannetti è stato per anni al fianco di Gigi Proietti come aiuto regista ed ha collaborato nei più importanti allestimenti teatrali di Gianluca Guidi. Collabora come autore con Enrico Brignano. La regia è affidata a Federica Petruio, alla sua prima al Teatro Gentile. Il cast è composto da: Fabio Bernacconi, Eugenio Brocani, Flaviana Caporali, Lucio Cavalieri, Nicola Dominici, Maria Cristina Gregari, Claudia Mengarelli, Mauro Mori, Giuliano Pastorino, Federica Petruio, Mauro Ricci, Katia Stazio.

«Vorrei sottolineare la valenza di Papaveri e Papere per la nostra città – ha affermato l’Assessore alla Cultura Patriza Rossi – un'eccezione che promuove tante iniziative che vedono non solamente la realizzazione di spettacoli come questo, ma anche corsi teatrali per bambini e adulti che riscuotono un grande successo. Considero Papaveri e Papere un’eccellenza per il nostro territorio, un’opportunità per quanti vogliono dedicarsi all’arte teatrale. Il teatro amalgama, il teatro emoziona, in qualche modo scarica e mette in gioco se stesso, ha una funzione oltre che culturale e artistica anche sociale che gli va riconosciuta. Mi piace citare una frase, messaggio internazionale per la "Giornata mondiale del Teatro" del 2009 - che si svolge ogni anno il 27 marzo - Augusto Boa, drammaturgo, scrittore e regista : Il teatro non è soltanto un evento, è una forma di vita! Attori siamo tutti noi e cittadini non sono solo coloro che vivono in società, ma coloro che la trasformano».

Lo spettacolo è inserito nel cartellone della stagione di prosa del Teatro Gentile di Fabriano, sezione “La città in scena” ed è patrocinata dal Comune di Fabriano – Assessorato alla Cultura, dalla Uilt – Unione Italiana Libero Teatro ed è realizzato in collaborazione con l’AMAT e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana. La prevendita al Teatro Gentile e su Vivaticket.it è aperta, ci sono ancora posti disponibili. Il botteghino del Teatro sarà aperto nei giorni di venerdì (ore 16-19), sabato (dalle ore 19) e domenica (dalle ore 16).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2013 alle 21:39 sul giornale del 14 marzo 2013 - 895 letture

In questo articolo si parla di cultura, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Kzo