Genga: Premio Nazionale Un Libro per l'Ambiente, XV edizione al centro della terra!

05/06/2013 - Circa 600 bambini della giuria popolare del concorso nazionale di editoria ambientale hanno scoperto i vincitori all'interno delle Grotte di Frasassi. 'Il Grande Cavallo Blu' e 'Io ricordo' i libri scelti dai ragazzi.

Grande festa a Genga per la premiazione della XV edizione del Premio Nazionale Un Libro per l'Ambiente, il concorso di editoria ambientale promosso da Legambiente e La Nuova Ecologia. “Il Grande Cavallo Blu” e “Io ricordo” sono i due testi scelti dalla giuria popolare composta da circa 2.000 ragazzi, dagli 8 ai 13 anni, delle scuole marchigiane che durante l'anno scolastico hanno letto i sei testi finalisti del concorso. Una competizione molto accesa che ha visto la vittoria de “Il Cavallo Blu” per la sezione narrativa e “Io ricordo” per quella della divulgazione scientifica.

Consegnati anche due premi speciali a “Pronto chi ronza?” della casa editrice Editoriale Scienza e “Ricicliamo i rifiuti” della casa editrice Kite. Una cornice del tutto straordinaria per questa giornata che ha visto l'incoronazione dei vincitori all'interno delle Grotte di Frasassi dove una rappresentanza della giura popolare, composta da circa 600 studenti, ha incontrato gli autori e i rappresentanti dei sei testi finalisti. Un viaggio al centro della terra che ha permesso a moltissimi studenti e autori di conoscere e scoprire per la prima volta il suggestivo spettacolo delle grotte carsiche.

Ma la scoperta del territorio non è finita in grotta. Gli studenti, le insegnanti e gli autori hanno visitato anche il Museo speleopaleontologico, il percorso verde green way e i tesori del piccolo comune di Genga. Una giornata davvero speciale, all'insegna della valorizzazione del paesaggio, della natura, della biodiversità e dell'identità del territorio che assume un ruolo ancora più importante in vista dei festeggiamenti della giornata dell'ambiente che sarà celebrata il 5 giugno. Valorizzazione dell'ambiente anche nella mobilità visto che, delle 26 classi presenti alla premiazione, ben 8 sono arrivate a Genga con il treno dai comuni di Ancona, Pesaro, Fano, Esanatoglia e Fabriano.

Sei i testi finalisti, tre per la sezione narrativa e tre per la divulgazione scientifica, che sono stati selezionati dalla giuria di esperti composta da Ermanno Detti, Walter Fochesato, Rossana Sisti, Alberto Oliverio, Vanessa Pallucchi, Vichi De Marchi e Tito Vezio Viola.

Sezione Narrativa
1. Il grande albero delle case basse, Luisa Mattia - Il Castoro
2. La voce delle stelle, L. Walter, V. Salmaso - Kite
3. Il grande cavallo blu, Irene Cohen-Janca - Orecchio Acerbo

Sezione Divulgazione Scientifica
1. Storia dell'immondizia, Mirco Maselli, Edizioni Scienza
2. I dinosauri sapevano cantare? D. Ticli, L: Martinuzzi Edizioni Corsare
3. Io ricordo – S. Colloredo, A. Beghelli - Carthusia

“Il Premio è nato nelle Marche quindici anni fa dove si è consolidato ed è cresciuto grazie anche alla collaborazione di enti ed istituzioni – commenta Luigino Quarchioni, presidente di Legambiente Marche e Marcella Cuomo, coordinatrice del progetto -. Un percorso che oggi vede protagonisti migliaia di studenti di tutto il territorio e che avvicina i giovani alla lettura e contemporaneamente offre la possibilità di crescere e formarsi come cittadini, soprattutto sui temi ambientali che sono determinanti per ridurre gli impatti e generare sana crescita. Insomma, un investimento concreto per la crescita del nostro territorio”.

“Provo soddisfazione nel fatto che questa prima uscita sia dedicata ad un premio nazionale per di più dedicato ai bambini e all'educazione ambientale – dichiara l'Assessore Regionale all'Ambiente Maura Malaspina -. Un concorso che è nato nelle Marche molti anni fa e che, anche grazie alla Regione Marche, è cresciuto e si è consolidato in questo territorio. Sono fortemente convinta che la scommessa sulle nuove generazioni sia un pezzo di scommessa per il futuro dell'intero territorio”.

La giornata è stata realizzata grazie alla collaborazione del Consorzio Grotte di Frasassi che, oltre all'organizzazione, ha permesso l'ingresso gratuito delle scolaresche. Azione che, soprattutto in questo momento di crisi, ha permesso alle famiglie marchigiane di risparmiare il costo della gita scolastica.

Il premio è realizzato con la collaborazione e contributo della Regione Marche, Provincia di Ancona, Provincia di Pesaro, Comune di Ancona, Comunità Montana dell'Esino-Frasassi, Parco Gola della Rossa e di Frasassi, Parco del Conero, Polo Museale dell'Università di Camerino, Ufficio Scolastico Regionale, Cea Torre sul Porto, Comune di Pedaso e Riserva Naturale della Sentina.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-06-2013 alle 11:55 sul giornale del 06 giugno 2013 - 1253 letture

In questo articolo si parla di cultura, legambiente, genga, grotte frasassi, legambiente marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NPL