Attidium: proseguono i lavori di scavo nell’area archeologica

1' di lettura 13/08/2013 - Dopo una pausa per il periodo di Ferragosto, proseguono i lavori di scavo nell’Area archeologica Attidium. I lavori riprenderanno in pieno regime dal 19 agosto, con l’arrivo degli studenti provenienti da più Atenei italiani.

Come spiega Alessio Pascolini (Associazione culturale Umbria Archeologica), coordinatore, insieme a Luca Boldrini, delle indagini archeologiche: “durante la prima settimana sono stati asportati mediante pala e piccone l'humus superficiale e lo strato di arativo in un'ampia porzione di terreno. Ciò ha permesso di individuare alcune strutture, di cui allo stato attuale risulta ancora difficile chiarire l'esatta funzione e la cronologia. In una delle strutture tuttavia è possibile riconoscere, in via ancora ipotetica, una canalina di scolo per l'acqua, funzionale all'approvvigionamento idrico della struttura della villa”.

Parlando dei prossimi giorni, chiarisce gli obbiettivi in vista di questa scoperta “verrà ulteriormente approfondito il settore già oggetto di indagine e al contempo si amplierà ulteriormente l'area da indagare, con l'obbiettivo di chiarire con certezza la reale estensione della villa”.

Fin ora i lavori di scavo sono stati effettuati dai due coordinatori affiancati dai soci dell’Associazione “Gli Attidiati”. Tanti appassionati di archeologia stanno visitando l’area Attidium assistendo dal vivo ai lavori che mettono in luce un grande patrimonio storico culturale dell’attuale frazione di Attiggio.

L’associazione ha attivato una fanpage su Facebook dove è possibile seguire nei dettagli lo sviluppo della campagna di scavo oltre che avere informazioni dettagliate sulle iniziative dell’associazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2013 alle 20:23 sul giornale del 16 agosto 2013 - 1207 letture

In questo articolo si parla di cultura, fabriano, attiggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QEN





logoEV