Tares, Crocetti: 'Il campo di battaglia non può essere il Consiglio Comunale'

michele crocetti 1' di lettura 30/11/2013 - 'Queste giornate sono dense di rabbia e disagio dovute all’applicazione della TARES, voluta ed imposta a livello nazionale e che il Comune, adempiendo ai suoi obblighi, ha dovuto applicare cercando, dove possibile, di farlo nella forma più ridotta', così il segretario del PD di Fabriano, Michele Crocetti.

Il disagio è concreto e reale e bisogna prenderne atto; tuttavia il campo di battaglia non può essere il Consiglio Comunale, in quanto le vicende di questi giorni devono servire a tutti noi cittadini a prendere pienamente consapevolezza che le decisioni e le politiche decise ed attuate a livello nazionale ci toccano in prima persona.

Proprio per questo tutti noi, Cittadini, Giunta e Partiti Politici, non possiamo più accettare che queste scelte vengano sempre poste al di sopra delle nostre teste.

I partiti, il Partito Democratico e al Giunta devono schierarsi ed affiancare le persone ed il loro forte disagio; allo stesso tempo bisogna che tutti prendiamo consapevolezza che partecipare attivamente alla vita politica cittadina e nazionale non può più essere vissuta come un elemento marginale: ci coinvolge tutti, e tutti noi dobbiamo partecipare attivamente.


da Michele Crocetti
Segretario PD Fabriano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2013 alle 13:54 sul giornale del 02 dicembre 2013 - 1271 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, fabriano, Michele Crocetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ViW





logoEV