Ginnastica ritmica: l'addio di Julieta alla finale del Campionato Nazionale ospitata a Fabriano

Ginnastica fabriano 3' di lettura 03/12/2013 - Fabriano ha calamitato durante l’ultimo week-end, l’attenzione di tutti gli appassionati della ginnastica ritmica, ospitando ben 35 società di Serie A e B che si sono giocate promozioni e retrocessioni. Oltre 300 tra tecniche e ginnaste che hanno popolato Fabriano per due giorni per la gioia delle strutture alberghiere e di ristorazione che hanno registrato il “tutto esaurito”.

Al PalaGuerrieri si inizia il sabato mattino con le prove del campo di gara, fase obbligatoria del Campionato Italiano, dove ogni società ha dodici minuti di tempo per saggiare l’elasticità della pedana di gara. Classica riunione di giuria nel primissimo pomeriggio, dove le circa 20 giudici stabiliscono i metri di giudizio da applicare alle esibizioni che, per la verità, poi sono tutt’altro che equilibrati, rendendo questo sport molto vulnerabile alle critiche degli spettatori.

Si inizia alle 15.30 in perfetto orario con la Serie A2, presente la formazione fabrianese della Ginnastica Cerreto D’Esi composta da Sofia Crescentini, Martina Santini, Katiuscia Pedica, Michela Moscianese, Valeria Carnali e Camilla Zuccaro. Il loro decimo posto finale equivale alla retrocessione in Serie B, ma ciò che conta in questo campionato già segnato in partenza, è quello che le nostre ginnaste hanno onorato le quattro giornate di gara con il massimo impegno che le avevano portare alla promozione due anni prima.

Per la cronaca guadagnano la promozione in Serie A1 le squadre di Ferrara e Roma. Dopo un brevissimo intervallo si parte con la gara che dovrà assegnare lo scudetto tricolore. Clima festoso sugli spalti del PalaGuerrieri affollati da oltre 1000 tifosi giunti da tutta Italia per sostenere le proprie beniamine. La Carifabriano Ginnastica si presenta con Daniela Mogurean, Marika Buratti, Cecilia Meriggiola, Letizia Cicconcelli e Julieta Cantaluppi, formazione giovanissima, senza ginnaste straniere ma già capace di prendere tre terzi posti nelle gare precedenti.

La vittoria finale della Serie A1 va per la sesta volta alle meritevoli ginnaste dell’Armonia Chieti, davanti alle lombarde di San Giorgio Desio e subito dopo ecco la Ginnastica Fabriano che conferma il terzo posto e presenza sul podio finale che premia le tre società migliori d’Italia. Le altre società erano Gallarate, Spoleto, Viareggio, Nerviano, Prato con Torino e Fano che retrocedono in Serie A2.

Domenica, seconda giornata della ritmica, con la finale della serie B che premia con la promozione Pavia, Forlì ed Arezzo. Ma il palcoscenico alla fine è tutto della “Julieta Nazionale”, che sulla pedana di casa lascia l’attività agonistica, dopo aver dominato in Italia negli ultimi dieci anni.

Tra gli applausi scroscianti del pubblico il Sindaco Giancarlo Sagramola per la città di Fabriano e il presidente della Federazione Ginnastica Riccardo Agabio, hanno premiato Julieta Cantaluppi augurandole gli stessi successi anche come allenatrice. Anche la Ginnastica Fabriano ha voluto ringraziare le amministrazioni comunali di Fabriano e Cerreto D’Esi consegnando una targa ricordo agli Assessori allo Sport Giovanni Balducci e Giuseppe Vito, per la disponibilità concessa per l’utilizzo degli impianti per la preparazione delle importanti manifestazioni partecipate da Julieta Cantaluppi.

La festa si conclude con un ricevimento all’Hotel Gentile, con presenti tutte le maggiori autorità della Federazione, oltre le ‘Farfalle Azzurre’ Campionesse del Mondo e compagne di tante trasferte internazionali con Julieta.

Un plauso va anche alle ginnaste fabrianesi Martina Santini, Katiuscia Pedica, Marika Buratti e Valeria Carnali che hanno concluso anche loro l’attività agonistica che scrivendo il loro nome ben tre volte nell’albo d’oro delle campionesse d’Italia di squadra, contribuendo a rendere Fabriano conosciuta oltre che per la carta e il salame anche per la ritmica.






Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2013 alle 00:13 sul giornale del 04 dicembre 2013 - 1388 letture

In questo articolo si parla di sport, fabriano, ginnastica, ginnastica fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VoU





logoEV