Basket: Fermignano ferma a domicilio la Janus Fabriano

janus basket 5' di lettura 02/02/2014 - Una strepitosa Fermignano, autore di un’ottima prova, ferma a domicilio la Janus Fabriano che vede così rallentare la propria corsa in classifica, raggiunta al terzo posto provvisorio dal Bramante Pesaro, in attesa del risultato di Urbania contro la capolista Perugia.

Una trasferta che ha confermato tutti i timori della vigilia contro la squadra guidata da coach Paolucci lontana parente di quella facilmente dominata al Pala Guerrieri nella gara di andata.

La cronaca del match dopo un 4-0 di marca ospite vede un contro break del Fermignano di 10-0 firmato principalmente Tagnani e Santi, come primo avvertimento delle difficoltà che la squadra fabrianese vedrà nel parquet di Fermignano. La Janus, man mano, scalda i motori e si riporta prontamente avanti nel punteggio sfruttando maggiormente i suoi lunghi Venturi, Sifford e Nizi.
Anche i padroni di casa controbattono trovando in Santi e in Vichi dei lunghi reattivi a rimbalzo ed efficaci in attacco che saranno autori, al termine , di un’ottima prova. Nonostante le prime difficoltà riscontrate, sono gli ospiti , comunque , a chiudere in vantaggio sul 21-17 i primi 10’.

Seconda frazione che , dopo alcune battute iniziali, vede i padroni di casa salire di tono specialmente con gli esterni. Il tiratore principe del Fermignano, Tagnani, comincia a scaldare la mano ,trovando in Spadoni e nel giovanissimo Cassese ottime spalle in fase realizzativa. La Janus, man mano, comincia ad andare in difficoltà nell’attaccare la stretta difesa di Fermignano vivendo solamente sulla concretezza di Sifford e su qualche giocata di esperienza di Venturi. Cosicchè Fermignano ha vita facile e sull’onda dell’entusiasmo dilata il proprio vantaggio fino al +16 (41-25) al 16’) . A questo punto ,coach Lupacchini ordina ai suoi di alzare la difesa e di cominciare a pressare alto : mossa che sortisce un qualche effetto , in quanto gli ospiti riescono finalmente a frenare l’emorragia e a limitare lo svantaggio a 10 lunghezze (45-35), al suono della seconda sirena.

Il ritorno in campo delle due squadre vede un riequilibrio delle forze con gli ospiti che ,con il passare dei minuti, danno la sensazione di poter tornare a sperare nella vittoria finale. Ancora il pressing alto torna a dare buoni frutti per Fabriano che, finalmente, trova efficacia nei propri attacchi, in particolare con Romagnoli, Bugionovo e Pellacchia. Fermignano , comunque, pur in difficoltà ha il merito di stringere i denti grazie alla grinta del duo Vichi e Santi e ai buoni spunti di Acquaroli, uscito dalla panchina. Ma sono Sifford e Nizi, con due buonii attacchi, a completare la rimonta fabrianese e a consegnare un minimo vantaggio al termine della terza frazione (61-63).

Ma quando si pensa che la Janus possa aver fatto propria l’inerzia del match , Fermignano ritorna ad approcciare gli ultimi 10’ con il massimo dell’intensità e dell’efficacia, sfruttando ancora una volta le qualità dei suoi uomini migliori, Tagnani e Vichi. Dopo 3’ iniziali in cui entrambe le squadre ribattono colpo su colpo, la Janus deve rinunciare, a causa di un infortunio, a Paolo Silvi, le cui condizioni saranno valutate nei prossimi giorni .
A 4’ dal termine capitan Carnevali firma una tripla pesantissima che porta avanti i suoi di 3 lunghezze (71-74), ma pronta è la risposta dei padroni di casa con il solito mortifero Tagnani che , prima impatta con un’altra tripla e poi trova altri fondamentali tre punti con un canestro e fallo aggiuntivo. La Janus perde sicurezza e lucidità non riuscendo più a concretizzare mentre Fermignano completa l’opera sfruttando gli inevitabili tiri liberi su fallo sistematico con Cassese e Spadoni che consegnano la vittoria con il finale di 87-80.

Fermignano coglie così due punti alla lunga meritati per quanto fatto vedere nell’arco dei 40’ , con una partita quasi sempre condotta , anche con importanti vantaggi specialmente nel corso dei primi 20’. Un incontro in cui si sono messe in risalto le qualità tecniche ed agonistiche di Tagnani,Vichi, Santi su tutti , con la capacità di non perdere di lucidità nonostante la rimonta della Janus.
Per quanto riguarda i fabrianesi una battuta d’arresto che deve essere fonte di riflessione per alcune battute a vuoto in certi frangenti del match che hanno comportato la necessità di dover effettuare uno sforzo ulteriore per poter rientrare in partita . Uno stop che dovrà essere analizzato e metabolizzato quanto prima per poter riprendere , con fiducia, il proprio percorso in campionato che vedrà la Janus affrontare a domicilio (domenica 9 Febbraio ore 18- Pala Guerrieri) la temibile Aesis Jesi, condotta in panchina da coach Alberto “Lupo” Rossini, indimenticata bandiera dell’ Aurora Jesi in serie A.

Tabellini

Fermignano : Acquaroli 7, Cassese 9, Spadoni 10, Tagnani 23, Marchionni 4, Vichi 15, Santi M., Santi S. 13, Bacciardi 2, Fontanella, Alleruzzo, Paci 2. All: Paolucci

Janus Fabriano : Carnevali 7, Bugionovo 6, Silvi 2, Piermartiri, Nizi 9, Romagnoli 13, Sifford 19, Venturi 17, Loretelli, Pasquini, Pellacchia 7. All: Lupacchini Ass. All. : Cutugno

Arbitri: Rosati e Cesarini

Parziali : 17-21 , 45-35,61-63,87-80






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2014 alle 11:23 sul giornale del 03 febbraio 2014 - 813 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, fabriano, janus basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XS7





logoEV