Fabriano-montagna: filiera bosco-legno-energia opportunità per il territorio

20/02/2014 - Venerdì 21 febbraio, all’Oratorio della Carità, un confronto promosso dal Consorzio Marche Verdi e dalla Comunità Montana Esino Frasassi fra istituzioni, cooperative, ricercatori e Corpo Forestale dello Stato.

Un confronto fra idee ed esperienze in atto sull’associazionismo forestale, sulla gestione e sull'utilizzo del bosco per la produzione di energia rinnovabile da biomassa forestale, nella prospettiva della prossima programmazione comunitaria 2014-2020. E’ questo l’intento del convegno “La gestione delle foreste e la filiera bosco legno energia”, organizzato dal Consorzio Marche Verdi e dalla Comunità Montana Esino Frasassi, che si svolgerà venerdì 21 febbraio, alle 9.30 nell’Oratorio della Carità a Fabriano.

All’iniziativa, coordinata da Fabio Marcelli, Dipartimento Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia, dopo i saluti del sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola, interverranno Raffaele Spinelli, Consiglio Nazionale delle Ricerche-Istituto Valorizzazione del Legno e Specie Arboree, su “La gestione e la produttività nei cantieri forestali”, e Adriano Cardogna, presidente VI Commissione Politiche Comunitarie Assemblea legislativa delle Marche, rappresentante del Consiglio regionale nel Tavolo regionale per le Foreste.

Il convegno sarà anche l’occasione per illustrare i risultati del progetto di fattibilità di cui all’art. 6 della L.R. n. 7/2005 “La cooperazione e la gestione del patrimonio forestale nella Regione Marche: l’attivazione di una filiera foresta-legno-energia”, sostenuto dall’articolo 6 della n. 7/2005. Lo studio rappresenta una necessaria base di partenza per il futuro sviluppo di iniziative socio-economiche locali finalizzate alla produzione energetica nel rispetto dell'ambiente e delle valenze paesaggistiche del territorio.

Fra gli interventi previsti nel convegno, ci saranno quelli di Francesco Leporoni, direttore tecnico SAF Esino Frasassi, che parlerà de “I progetti di sviluppo nel territorio della Comunità Montana Esino Frasassi”, Marco Perrino e Lorenzo Mini, Consorzio Marche Verdi-Dream Italia su “L’area forestale delle Società di Gestione: presentazione risultati della ricerca L.R. 7/2005”. All’evento parteciperanno anche Roberto Giannini, Dream Italia, per parlare dell’esperienza del Consorzio Forestale Valle Stura (Ge), e Massimo Maggi, SAF Esino Frasassi-Consorzio Marche Verdi, che relazionerà sulla nuova programmazione comunitaria 2014-2020.

L’iniziativa vuol essere un contributo alla modulazione delle politiche per lo sviluppo rurale con la gestione delle foreste quale fondamentale occasione per garantire il presidio del territorio, la difesa del suolo e la tutela delle aree montane promuovendo il lavoro e la permanenza delle popolazioni residenti nelle aree interne e svantaggiate. Un territorio in cui possono assumere un ruolo di primaria importanza le Società di Gestione dei beni agro-silvo-pastorali, composte non solo dai proprietari dei beni, come nel caso dei tradizionali Consorzi, ma aperte a tutti i portatori di interesse del territorio montano.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2014 alle 15:29 sul giornale del 21 febbraio 2014 - 870 letture

In questo articolo si parla di attualità, energia, fabriano, Comunità Montana Esino-Frasassi, corpo forestale dello stato, Consorzio Marche Verdi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/YNi