Laboratorio Sociale Fabbri: 'Firmata dall'assessore Saitta la richiesta di moratoria degli sfratti'

Sfratto 26/02/2014 - L'assessore Saitta ha firmato una richiesta di moratoria degli sfratti inviata al prefetto di ancona. Inoltre si è impegnato nel convocare un tavolo con Curia, Fondazione CARIFAC e i principali proprietari immobiliari locali per risolvere l'emergenza abitativa cittadina.

Nella mattinata di mercoledì 26 febbraio il coordinamento delle persone sotto sfratto di Fabriano ha dato luogo ad un tavolo di discussione con l'assessore ai servizi sociali del Comune Saitta. Durante l'iniziativa è stata fatta firmare all'assessore una lettera inviata al Prefetto di Ancona e al governatore regionale Spacca con la quale si chiede una moratoria per l'emergenza sfratti che attanaglia il nostro territorio.

Con la perdita del posto di lavoro infatti molti singoli e molte famiglie stanno vivendo sulla propria pelle la perdita dell'abitazione. In questo contesto, nel quale uno dei diritti costituzionali fondamentali come quello alla casa è minacciato, sta prendendo piede una forma di cooperazione tra chi vive questo disagio. Oggi dieci famiglie hanno dato vita ad una richiesta collettiva verso le istituzioni, in modo da poter tamponare il crescente disagio abitativo che pervade la nostra città. Intendiamo fornire delle risposte programmatiche a questa emergenza poichè riteniamo impossibile gestire una situazione di questo tipo con dei semplici interventi tampone.

A questo fine abbiamo richiesto all'assessore ai servizi sociali un tavolo di trattativa con i principali proprietari immobiliari locali e gli enti che hanno a disposizione liquidità da investire nel territorio. Questo momento di incontro, che dovrà avvenire nell'arco di 10 giorni, sarà il luogo in cui presenteremo le nostre proposte per il diritto all'abitare, consci che gli interventi fin'ora messi in campo dalle istituzioni risultano del tutto insufficienti. Intendiamo salvaguardare il diritto alla casa delle persone e al tempo stesso proporre di sfruttare l'immenso patrimonio immobiliare cittadino che ad oggi risulta in mano a pochi proprietari.

Fabriano sta vivendo un paradosso sociale: da un lato vi sono migliaia di abitazioni vuote in mano a grandi proprietari e al tempo stesso decine di famiglie rischiano letteralmente di finire sotto ad un ponte. Non si tratta di casi isolati ma di un impoverimento generale che sta colpendo le fasce più deboli della nostra popolazione e si sta estendendo a macchia d'olio. Data la situazione riteniamo doveroso sviluppare percorsi di nuovo protagonismo sociale che mettano al centro non tanto le esigenze e le difficoltà dei singoli, piuttosto nuove forme di agire collettivo che possano ridare un senso alla parola comunità locale.

Le difficoltà di una parte della comunità dovrebbero essere le difficoltà sentite da tutti, poichè è solo grazie alla solidarietà che si può raggiungere la coesione sociale. Vogliamo proporre meccanismi di mutua assistenza che ridiano alle persone un tetto ed una dignità. Ci auspichiamo quindi che le istituzioni, gli enti, le fondazioni ed i privati a cui vogliamo rivolgerci saranno presenti e partecipi a questo tavolo di discussione, poichè la casa è un diritto imprescindibile ed intendiamo comunque riappropriarcene.

Invitiamo chiunque viva sulle proprie spalle il rischio di perdere la propria casa a contattarci al nostro numero di assistenza e a partecipare alle assemblee che stiamo tenendo con altre famiglie sotto sfratto: 3923062174

Di seguito il testo della lettera firmata dall'assessore ed inviata al prefetto di Ancona

COMUNE di FABRIANO
Provincia di ANCONA

Dott. Alfonso Pironti
Prefetto di Ancona
Piazza del Plebliscito, 13
Ancona
P.c.
Gianmario Spacca
Presidente della Regione Marche
Via Gentile da Fabriano
Ancona

desidero sottoporre alla Sua cortese attenzione la grave situazione abitativa della Città.
Purtroppo, a causa della grave crisi economica ed occupazionale, si è generata una forte tensione abitativa alla quale ne è conseguito un aumento considerevole degli sfratti per morosità.
Tale morosità non deriva dalla volontà degli sfrattati, bensì dall’ incapacità degli stessi di onorare i contratti per mancanza di reddito, cioè da un giustificato motivo oggettivo.
Alla luce di quanto sopra, Le sottopongo formalmente la mia richiesta e del coordinamento persone sotto sfratto Fabriano di avviare con urgenza la procedura che consente un’immediata moratoria degli sfratti.
A riguardo mi permetto di farLe presente che esiste già una normativa che permette la proroga per i soli sfratti per finita locazione.
Nel nostro caso chiedo pertanto che, giova ripeterlo, in considerazione della gravissima crisi economica ed occupazionale del territorio fabrianese, si possa estendere la proroga agli sfratti per morosità sempre per i comuni con alta tensione abitativa.
In attesa di un suo rapido riscontro porgo cordiali saluti.

Assessore ai servizi sociali Giorgio Saitta
Coordinamento persone sotto sfratto Fabriano

Fabriano 26/02/2014


da Laboratorio Sociale Fabbri e Coordinamento Persone Sotto Sfratto Fabriano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2014 alle 18:22 sul giornale del 27 febbraio 2014 - 1081 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano, sfratti, Laboratorio Sociale Fabbri, stop sfratti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Y86





logoEV