Il teatro classico alla Rassegna Nazionale di Serra San Quirico con gli studenti del Rinaldini di Ancona

3' di lettura 14/05/2014 - Giovedì 15 maggio, a Serra San Quirico per la 32° RASSEGNA NAZIONALE DEL TEATRO DELLA SCUOLA, appuntamento al Teatro Palestra dalle ore 9,30 con l’incontro su 'Teatro Classico e Giovani', la presentazione del libro di Adriana Stecconi 'Classicamente, il teatro classico nella scuola' e lo spettacolo 'I giganti della montagna' delle scuole di Grosseto; alle ore 21, lo spettacolo 'Supplici a Lampedusa' del Centro Teatrale 'Rinaldini' di Ancona per la regia di Laura De Carlo.

In Italia il teatro della scuola trova ogni anno un punto di riferimento nella Rassegna Nazionale Teatro della Scuola di Serra San Quirico. Per tre settimane, fino al 24 maggio, la Rassegna fotografa la situazione del teatro della scuola italiano in tutte le sue forme, e propone ogni giorno alle scuole partecipanti ed al pubblico due o più spettacoli alternati ad incontri con esperti di teatro ed ospiti, animazioni, attività di formazione per gli insegnanti, laboratori di teatro, di scenografia e di comunicazione teatrale. Durante la Rassegna, i ragazzi e i loro insegnanti rappresentano gli spettacoli ma soprattutto vedono altri spettacoli, in uno scambio fruttuoso di esperienze e in un contatto dall'eccezionale valore di conoscenza.

Come nei giorni precedenti, anche giovedì 15 maggio le attività della Rassegna sono legate da un filo conduttore, Dario Fo, scelto come personaggio guida delle attività annuali dell’Associazione Teatro Giovani che organizza la manifestazione. La parola chiave della giornata sarà dunque il confronto tra sacro e profano, che – come ha ricordato lo stesso Dario Fo nella performance inaugurale della rassegna - ha ispirato gran parte del suo Teatro.

Si inizia alle ore 9,30 al Teatro Palestra (ingresso gratuito) con un incontro dedicato al Teatro Classico e ai giovani. L’evento intende ispirare un momento di riflessione sulla realtà del teatro classico nella scuola; tra crisi e ricerca si propongono percorsi e modelli, studi e testimonianze di una cultura che rischia di scomparire. Nel corso della mattinata verrà inoltre presentato il libro “Classicamente, il teatro classico nella scuola,” (Edizioni Corsare), alla presenza dell’autrice Adriana Stecconi, ed andrà in scena lo spettacolo “I giganti della montagna”, rivisitazione di Sasà Neri da Luigi Pirandello, con i bambini delle Classi III, IV e V delle scuole primarie e classi I e III della scuola secondaria dell’Istituto Comprensivo Grosseto 3 di Grosseto.

Alle ore 21, spettacolo aperto al pubblico con un gruppo di Teatro Oltre la Scuola proveniente da Ancona, il Centro Teatrale “Rinaldini”. In scena, gli studenti con “Supplici a Lampedusa”, da un’idea di Adriana Stecconi per la regia di Laura De Carlo. Partendo da un testo classico, le “Supplici” di Eschilo, la performance affronta il tema dell’accoglienza. “Ci sono parole oscure, sono lingue africane, yoruba e amarico, a significare l’universalità della richiesta di asilo – racconta la curatrice - Le Supplici sappiamo, e lo raccontiamo nei canti, dovettero tornare indietro in una sorta di “respingimenti” che tutti conosciamo. Della trilogia si è perso quello che segue, noi sappiamo che ci fu un’accoglienza e questo ci basta. E deve bastare anche a chi ci vede a teatro”.

Nel cartellone della settimana, attendono gfli spettatori anche due giornate speciali aperte alla partecipazione di tutti. Venerdì 16 maggio dalle ore 21 a Serra San Quirico appuntamento con SERRA SENSORIALE: animazioni di strada, musica e performance per tutta la comunità, animate da una ‘ciurma’ di allegri giullari. Sabato 17 maggio dalle ore 9 Giornata speciale sull’INTEGRAZIONE con l’Officina Teatrale “La rete del sollievo” di Jesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2014 alle 15:42 sul giornale del 15 maggio 2014 - 702 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, serra san quirico, Associazione Teatro Giovani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/30z