Janus Basket: Pedaso fa sua la gara 4 del Finale Play-off (67-63)

7' di lettura 15/05/2014 - Pedaso fa sua gara 4 del PalaGuerrieri per 67-63 chiudendo la serie finale sul 3-1 e potendo festeggiare, così, una meritata promozione in DNC.

Una partita che ha espresso tutto il pathos e le emozioni che una finale di play off può offrire, impreziosita ancora di più da una platea meritevole di ben altri palcoscenici e che, almeno per una sera, ha riportato Fabriano a respirare l’atmosfera dei tempi belli e a testimoniare, una volta di più, l’amore e la passione che da sempre questa città nutre per il basket.

Un fiume di emozioni e di affetto verso tutta la Janus che, nel corso della stagione, è cresciuto sempre di più testimoniato dalle oltre mille presenze che hanno assiepato il PalaGuerrieri in ciascuna delle due gare casalinghe di questa serie finale. Dopo, oltre 7 anni, il bandierone biancoblù con la scritta “Fabriano nel cuore” è tornato a scendere sopra le teste del pubblico che assiepava la tribuna nord e ad offrire lo spettacolo di una parte del palasport interamente colorata di biancoblù.

Ad ulteriore arricchimento delle emozioni di una bella serata di sport anche il calore dei tifosi ospiti di Pedaso che non hanno mai fatto mancare il loro incitamento culminato con i festeggiamenti di fine partita.

Per quanto riguarda la cronaca dell’incontro, l’avvio di partita, ancora una volta, mostra una buona partenza dai blocchi di Pedaso che in 2’ mette la testa avanti (6-2 ) con Domesi e Monterubbianesi. E’ in questo momento che la Janus, dopo un paio di attacchi infruttuosi, comincia a diventare efficace. La spinta viene proprio dal capitano, Paolo Carnevali, che 8 punti pressoché consecutivi suona la carica ed infuoca il PalaGuerrieri (12-8 al 7’). La partita , come ogni finale che si rispetti, non sempre è per palati fini ma agonismo e grinta non mancano a tutti i protagonisti.
Pedaso, dopo un momento di difficoltà, trova in Di Angilla un altro trascinatore riportando il match in equilibrio, con gli ospiti che così chiudono avanti la prima frazione (18-19).

Nel secondo quarto la Janus prende maggiore convinzione, anche perché i tiratori di Camarri vedono leggermente abbassarsi le percentuali al tiro, rispetto alle precedenti gare della serie. Fabriano trova buoni contributi in particolare da Venturi, Romagnoli, Silvi con Carnevali ancora a trascinare con il suo furore agonistico i compagni. Pedaso sembra in difficoltà (32-26 Janus al 15’) ma ha il merito di non disunirsi e di trovare, comunque, canestri dai suoi uomini più importanti, come la tripla di Manfrini (infortunatosi a gara 1 ed in campo in condizioni precarie ) che ridà fiato agli ospiti. E’ Bugionovo , con una penetrazione a fil di sirena, a consegnare alla Janus il più 4 alla seconda sirena (38-34 ) che pone fine ad una prima metà di gara nella quale Fabriano avrebbe potuto avere un maggior vantaggio.

La ripresa dell’incontro vede Pedaso in campo maggiormente determinata e concreta in difesa. I toni agonistici ed emotivi salgono man mano, con la platea che si scalda quando Vallesi decide di mostrare sul parquet tutte le sue qualità di attore , ma questa volta le scene del centro biancorosso non hanno esito
sugli arbitri che non abboccano, riuscendo a riportare l’incontro sui binari di un corretto andamento.

La Janus, tuttavia, nel corso della terza frazione vede il canestro farsi piccolo, anche perché dalla lunetta la squadra di Lupacchini e Cutugno continua a viaggiare con percentuali al di sotto del 50%. Di Angilla e c.prendono man mano convinzione che il colpaccio è possibile e ancora una tripla di Manfrini dà ai suoi un primo importante vantaggio (40-45 al 27’). Carnevali ancora a trascinare i suoi con canestro e tiro, ma Pedaso con un libero di Di Angilla e un piazzato di Belleggia mantiene le distanze al termine del terzo quarto (45-50).

Nell’ultima frazione, i toni salgono ulteriormente con entrambe le squadre a lottare su ogni possesso e i rispettivi tifosi a spingere i propri giocatori. Sono ancora gli ospiti a tenere la testa avanti con due triple di importanza capitale di Belleggia e Di Angilla (49-56 al 34’). La Janus non molla riuscendo finalmente a trovare efficacia nei suoi lunghi in particolare Nizi e Venturi, pur continuando a viaggiare su percentuali insufficienti ai liberi (53-56 al 36’). Meconi, vero e proprio fattore di questa serie, trova un’altra tripla pesantissima che gela il PalaGuerrieri che, poco dopo, torna a sperare con la risposta dai 6.75 di Pellacchia, dopo che Domesi aveva fallito uno dei due tentativi dalla lunetta (58-62 ad 1’30’’ dal termine).

Sono ancora i troppi tentativi falliti dalla lunetta a penalizzare la Janus che sul 60-65 per Pedaso, a 40’’ dal termine, trova una tripla di Romagnoli dall’angolo che tiene in vita ancora il match (63-65 ). Sul successivo possesso il tentativo di Pedaso non ha esito cosicchè, la Janus a 23’’ dal termine si trova con il possesso del possibile pareggio che, purtroppo, viene fallito da Pellacchia con la palla a terminare fuori e sulla successiva lotta a rimbalzo gli arbitri a decretano la rimessa per Pedaso a 7’’ dal termine. La Janus, ovviamente, ferma il cronometro con un pronto fallo su Domesi che, con estrema freddezza, fa 2/2 dalla lunetta fissando il punteggio finale sul 63-67 ospite, con la squadra di Camarri a festeggiare in campo la vittoria e la conseguente promozione.

Complimenti, ancora, a Pedaso da parte di tutta la Janus per una serie quasi sempre condotta in testa, ma onore anche agli sconfitti che, forse, può recriminare di non essere arrivata a questa serie con alcuni uomini non al meglio della condizione e per le non eccelse percentuali al tiro. Se per i biancorossi pedasini ora è il momento dei festeggiamenti, per la Janus la stagione avrà ancora un prosieguo in vista degli spareggi, da disputarsi in campo neutro, valevoli per definire i piazzamenti dal 5°all'8° posto contro le altre perdenti delle serie finali.
Piazzamenti da definire in ottica di eventuali ripescaggi per la DNC 2014/2015 ma che, in caso di promozione di una marchigiana dalla DNC, potrebbe assegnare un'ulteriore salto di categoria (Pisaurum Pesaro e Civitanova sono attualmente impegnate nelle semifinali play off, conducendo entrambe, ad oggi, le rispettive serie per 1-0 ).

A fine gara, il presidente della Janus, Mario Di Salvo si esprime in ringraziamenti: "Un ringraziamento dal profondo del cuore, a nome mio, dei dirigenti, dello staff e della squadra a questo pubblico. In questi giorni abbiamo ricevuto un'incredibile dimostrazione di affetto e stima che non ha uguali. Fabriano ha risposto come meglio non si poteva e quello che abbiamo vissuto in questo periodo ci ripaga di tanti sacrifici fatti per poter disputare questa stagione. Il mio impegno e quello dei dirigenti sarà quello di provare a fare del nostro meglio per migliorarsi anche in futuro. Spiace per l'esito di questa sera e della serie finale, ma questo tributo di affetto e vicinanza della nostra città ci riempie di gioia e soddisfazione e ci rende meno amara la sconfitta. Porgo i complimenti a Pedaso che ha meritato sul campo. Ma la nostra stagione ancora non è finita e vogliamo fare del nostro meglio anche in questa appendice che ci aspetta".

La Janus scenderà in campo, per la prima semifinale, prevista contro Urbania mercoledì 21 maggio (ore 21) in campo neutro ancora da definire. Il secondo spareggio è previsto al PalaCingolani di Recanati sabato 24 maggio per disputare la finale 7-8 posto (ore 19.15) o 5-6 posto ( ore 21.30). Seguiranno aggiornamenti.

Tabellini :

Janus Fabriano: Carnevali 15, Loretelli, Bugionovo 8, Silvi 6, Piermartiri 2, Nizi 6, Romagnoli 8, Sifford 4, Venturi 11, Pellacchia 3. All.: Lupacchini Ass. All. : Cutugno

Pedaso: Manfrini 6, Domesi 14, Vallesi 4, Stampatori, Di Angilla 14, Meconi 10, Santandrea, Monterubbianesi 7, Belleggia 5, Mosconi 7. All: Camarri

Arbitri: Iacomucci e Boccanera

Parziali: 18-19 , 38-34 , 45-50, 63-67






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2014 alle 15:28 sul giornale del 16 maggio 2014 - 1419 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, fabriano, janus basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4d8





logoEV