Accordo di Programma ex A.Merloni, Cgil Cisl Uil Marche: 'Il Ministero si dia una mossa'

ex a.merloni ardo 1' di lettura 10/09/2014 - Il sindacato e i lavoratori si sono spesi molto anche con manifestazioni nazionali per ottenere la firma dell’Accordo di programma per l’area umbro - marchigiana colpita dalla crisi dell’ex Antonio Merloni. Il piano di reindustrializzazione dell’area varato due anni fa con finanziamenti nazionali e regionali presenta purtroppo risultati molto insoddisfacenti, soprattutto in termini occupazionali; questo è il dato emerso durante l’incontro odierno con il Presidente Spacca e l’Assessore alle Attività produttive Giannini per fare il punto sull’attuazione dell’ Accordo di Programma.

Grave in particolare il fatto che nessun progetto industriale sia stato finora finanziato con i 35 milioni di euro stanziati dal Ministero dello Sviluppo. I sindacati chiedono con forza che il Ministero intervenga immediatamente per semplificare le procedure adottate da INVITALIA, società operativa del Ministero stesso, nella valutazione dei progetti industriali. La situazione occupazionale dei territori inseriti nell’accordo di programma è sempre più grave; per questo servono azioni rapide ed efficaci oltre ad una proroga dei tempi di attuazione del piano di reindustrializzazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2014 alle 18:57 sul giornale del 11 settembre 2014 - 1052 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, cisl, marche, uil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9zu