Al via il Palio di San Giovanni Battista

3' di lettura 11/06/2015 - Apriranno questa sera alle ore 19,30 le Hosterie del Palio di San Giovanni Battista collocate presso il Chiostro di San Biagio (Pisana), di San Nicolò (Borgo), di San Benedetto (Piano) e presso le ex carceri di via della Ceramica (Cervara).

Con menù, ambientazione e allegorie medioevali, i portaioli cucineranno i piatti della tradizione tutte le sere fino al 24 giugno. “E’ stato fatto un grande lavoro – spiega il presidente Paolo Mearelli – e i volontari, in questi ultimi mesi, non si sono mai fermati.” C’è entusiasmo all’Ente Palio: I b&b hanno registrato molte prenotazioni da fuori regione. La manifestazione entra nel vivo e il centro storico per due settimane si arricchisce di eventi importanti. Il programma prevede ogni giorno un evento in collaborazione con le associazioni del comprensorio che diventano parte integrante del programma. Domani, venerdì 12 giugno, alle ore 18.30, si inaugurerà la Mostra Fotografica “20 anni di Palio”, a cura del Foto Club Arti Visive presso il Chiostro San Venanzio. I maestri infioratori stanno mettendo tutta la loro passione e competenza nella preparazione dei fiori per le infiorate artistiche apprezzate in tutta Italia e non solo. Sabato, alle ore 15, scatterà il via per la realizzazione delle infiorate artistiche al Ridotto del Teatro Gentile, a San Domenico, in piazza Garibaldi e a San Filippo. Potranno essere ammirate anche durante il lungo lavoro notturno di messa a terra dei fiori. Le foto potranno essere pubblicate su Instagram aggiungendo l’hashtag ‪#‎fabrianopalio.

Questo fine settimana debuttano anche le associazioni. Domani e dopodomani Fabriano Dal Basso ripercorrerà le antiche lavorazioni artigianali che si svolgevano lungo il fiume Giano di via Filzi, uno degli angoli più nascosti e integri del centro storico, da dove la città ha preso forma, si è modellata ed ha assorbito la linfa vitale fondando le basi del proprio ingegno artigianale. L’incontro si svolgerà domani dalle ore 21,00 e sabato dalle 18,00 con ritrovo presso il parcheggio Via Filzi. “E’ uno straordinario percorso a ritroso nel tempo nei dimenticati luoghi – spiegano gli organizzatori - riaperti solo per questa occasione, dove arte ed ingegno forgiarono le Arti Fabrianesi riconosciute in tutta l'Europa del XIV secolo. Proprio per queste Arti l'Unesco ha riconosciuto Fabriano Città delle "Crafts and Folk Art". Riscopriamo il nostro passato senza lasciare al caso le tradizioni che ispirano il Palio Di San Giovanni Battista. è questo l’obiettivo che si pone l’Innalzamento Dei Gonfaloni previsto sabato 13 giugno, in piazza del Comune, alle ore 21,30. “Si tratta della prima uscita ufficiale dei nostri semplici ma pur sempre fascinosi Costumi Medioevali. Un ricco drappello di personaggi istituzionali, guidati dal Baiulo della città, celebrerà – spiegano - l’inizio della manifestazione. Sarà compito dei Priori delle Porte accettare la sfida lanciata e dare così inizio ai giochi issando sul terrazzo di Palazzo Chiavelli i quattro scudi di ferro che rappresentano gli stemmi delle quattro Porte Cittadine.” Domenica, alle ore 17.30, Concerto Banda Città di Soliera (Mo) sul Sagrato della Cattedrale e alle ore 21,30 spettacolo inaugurale ‘Sulle sponde del fiume Giano’ durato da Don Umberto Rotili con la compagnia teatrale di Argignano, Attiggio e Bassano per ripercorrere le origini di Fabriano, tra momenti di storia e fantasia. Ieri, intanto, ha preso il via il torneo di Bocce delle quattro Porte presso il Circolo Bocciofila Cartiere Miliani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2015 alle 13:42 sul giornale del 12 giugno 2015 - 588 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akAr





logoEV