Sassoferrato: al Parco Archeologico di Sentinum uno spettacolo con l'artista Luca Violini

’ex Chiesa di Santa Lucia 2' di lettura 18/08/2015 - Uno spettacolo di qualità per inaugurare le opere di restyling realizzate dal Comune nell’ex Chiesa di Santa Lucia, situata all’interno del Parco Archeologico di Sentinum.

Venerdì 21 agosto, alle ore 21,00, nell’area archeologica della città sentinate si terrà uno spettacolo di radioteatro che avrà quale protagonista Luca Violini, una delle più importanti e note voci nel panorama del doppiaggio cinematografico, documentaristico, pubblicitario, televisivo e radiofonico nazionale.

“…firmato Gnagflow Trazom”, questo il titolo dell’appuntamento artistico, ovvero letture e musiche su enigmi, bizzarrie e passioni in vita e in morte di Wolfgang Amadeus Mozart.

Il protagonista dello spettacolo è un personaggio ipotetico, amico e contemporaneo del grande musicista di Salisburgo. I suoi ricordi, le sue testimonianze, la sua voce guideranno il pubblico alla scoperta e alla comprensione di un Mozart più vicino e quotidiano: un genio creativo dal carattere libero e spregiudicato, in perenne, drammatico contrasto con l’ipocrisia, la rigidità culturale e gli squilibri sociali della sua epoca.

Il progetto di restyling della Chiesa di Santa Lucia si è concretizzato con la creazione di uno spazio espositivo che serve a completare, all’interno del sito di Sentinum, il percorso conoscitivo illustrato dal Museo civico archeologico di Sassoferrato. Gli interventi effettuati hanno inoltre permesso l’attivazione di locali destinati a laboratori didattici per i ragazzi delle scuole e, a completamento dell’offerta per la fruizione turistica dell’area, la realizzazione di spazi destinati a caffetteria e bookshop, oltre ai servizi igienici, che saranno a servizio sia dell’area espositiva, sia del sito archeologico.

L’area esterna è stata inoltre “sistemata a verde” con l’illustrazione dei percorsi dell’area archeologica e dotata di cartellonistica per la segnalazione del punto d’interesse culturale.
L’opera, progettata dall’ufficio tecnico comunale con la consulenza dell’arch. Floriana Priori, ha comportato una spesa di 134 mila euro, di cui 87.682 mila stanziati dal Gal Colli Esini San Vicino e 46.317 mila finanziati dall’Amministrazione comunale. I lavori sono stati effettuati dalle ditte “Idratel s.r.l.” di Sassoferrato e “Marchingegno s.r.l.” di Ancona.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-08-2015 alle 15:46 sul giornale del 19 agosto 2015 - 1057 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, sassoferrato, Comune di Sassoferrato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/angZ





logoEV