Punto nascite Fabriano: depositata una mozione regionale contro la chiusura

Elena Leonardi 2' di lettura 09/12/2015 - Depositata questa mattina la mozione regionale annunciata nei giorni scorsi dalla Vicepresidente Commissione sanità Elena Leonardi (Fratelli d'Italia – AN) sulla difesa dei reparti maternità di tre importanti ospedali marchigiani.

La Leonardi accoglie l'appello delle comunità locali mobilitate per la salvaguardia dei loro punti nascita: non si tratta di difendere tutto ad oltranza, si tratta di far rispettare le norme vigenti.

La Leonardi evidenzia difatti l'incoerenza del PD che in alcune regioni esulta per il Decreto Lorenzin (che salva i punti nascita delle aree montane) e nella regione Marche procede invece spedito con la chiusura dei reparti di San Severino e Fabriano. Nella mozione si ricorda che la Regione ha firmato nel 2009 un protocollo di intesa con i comuni di Osimo e Loreto per tutelare i reparti esistenti fino almeno alla realizzazione dell'Ospedale di rete dell'Aspio e questo protocollo è stato inserito nel vigente Piano Sanitario Regionale.

Quello che la Leonardi evidenzia è che eccellenze come il reparto maternità di San Severino, considerato a livello nazionale come ad alta prestazione di performance, viene chiuso per mancanza di requisiti di appropriatezza e parametri numerici generici. La Leonardi evidenzia il fatto che il taglio di questi reparti fa parte degli obiettivi specifici per la valutazione dei rendimenti dei direttori di area vasta che devono raggiungere dei risultati economici entro la fine dell'anno. Con la mozione si chiede pertanto di stralciare dagli obiettivi di budget per il premio di produttività, i parametri che porterebbero alla chiusura e al depotenziamento di questi reparti.

La mozione della Vicepresidente Commissione Sanità chiede inoltre di applicare le Disposizioni del “Decreto Lorenzin” salvaguardando i punti nascita delle aree interne orograficamente svantaggiate come San Severino e Fabriano e di mantenere attivo il reparto di maternità del nosocomio di Osimo. Per quest'ultimo difatti va considerata la definizione di un progetto per l’integrazione di questo reparto con l’Ospedale di Rete dell’Aspio una volta terminato e perfettamente operativo.

Leonardi chiede infine di potenziare ulteriormente questi tre reparti di maternità con particolare riferimento alla istituzione della Guardia Medica Ostetrica h24 laddove essa è assente.


da Fratelli d'Italia e Alleanza Nazionale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2015 alle 22:38 sul giornale del 10 dicembre 2015 - 1464 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, fabriano, san severino marche, alleanza nazionale, !marche, fratelli d'italia, Fratelli d'Italia e Alleanza Nazionale, punto nascite

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arsp