Chiusura dei punti nascita. Busilacchi: "Renderemo più sicura la nostra sanità"

Gianluca Busilacchi 2' di lettura 15/12/2015 - "Le forze della minoranza stanno usando gli strumenti della demagogia. Mentre noi stiamo dimostrando che la più grande differenza rispetto al passato, il segno di maggiore rinnovamento è che questa maggioranza sta effettivamente attuando una riforma sanitaria".

È lapidario il commento del Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale, Gianluca Busilacchi, intervenuto oggi in Aula consiliare durante la discussione attivata dalle mozioni di M5S, Lega e FdI contro la chiusura dei punti nascita di Fabriano, Osimo e San Severino.

"Una riforma - ha detto il capogruppo - che si inserisce in un quadro di complessità, dai punti nascita, all'emergenza/urgenza, alle case della salute, alle reti cliniche. Dobbiamo, infatti, guardare il sistema nel suo complesso, in prospettiva, interrogandoci su quale sia il modello sanitario che maggiormente tutela la salute dei marchigiani e portare avanti le conseguenti trasformazioni dei singoli aspetti".

"Oggi qui - ha sottolineato Busilacchi - stiamo ribadendo la volontà, netta e coesa, di tutta la maggioranza, di usare le risorse a nostra disposizione per costruire un sistema sanitario che abbia a cuore la salute dei marchigiani e che sia all'altezza delle Marche. Andiamo, quindi, avanti con la riforma, che renderà più sicura la nostra sanità".

"Vorrei anche precisare - ha concluso il Presidente del Gruppo PD - che la conferenza dei capigruppo, riunitosi stamattina, ha deciso non solo di inserire nella seduta odierna la discussione della mozione della minoranza, ma di invertire l'odg, facendo slittare l'altrettanto importante questione dell'assestamento di bilancio. Assestamento la cui votazione prevede anche la votazione del ripristino di 60 milioni di euro per il sociale, per gli emotrasfusi e per altre categorie svantaggiate. Rispettiamo le persone presenti sugli spalti dell'Aula venute ad assistere alla discussione sui punti nascita per difenderne il mantenimento, ma non ci sono cittadini di seria A e di serie B. Abbiamo altre questioni allo stesso modo urgenti da affrontare. E le accuse, risibili, rivolgerci dalla minoranza le rispediamo al mittente".


da Gruppo Consiliare del Partito Democratico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2015 alle 17:37 sul giornale del 16 dicembre 2015 - 2186 letture

In questo articolo si parla di politica, san severino marche, gianluca busilacchi, Gruppo Consiliare del Partito democratico, punti nascita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arFd





logoEV