No alla chiusura dei punti nascita: Fabriano, Osimo e S. Severino ad Ancona

Punto nascita 1' di lettura 21/12/2015 - Fabriano, San Severino e Osimo insieme per ribadire il loro NO contro la chiusura dei punti nascita degli ospedali cittadini. Martedi i tre comuni marchigiani parteciperanno ad una grande manifestazione organizzata dai comitati cittadini che si sono costituiti proprio per portare avanti questa battaglia contro la decisione della Regione Marche.

Dai tre comuni partiranno dei cortei di macchine incolonnate che raggiungeranno il capoluogo marchigiano, nello specifico la sede del Consiglio Regionale, che si riunirà alle 14.30. Da Fabriano il corteo partirà dal PalaGuerrieri, dove i manifestanti si incontreranno alle 11.30, mentre da Osimo il corteo partirà alle 12.30 da Piazzale San Carlo. Stesso iter per San Severino.

Dopo le varie iniziative prese singolarmente dai tre comuni, domani un’azione comune avrà luogo per far sentire ancora di più la voce di tanti cittadini, ma anche politici e rappresentanti del clero, che da tempo si battono per la salvaguardia dei punti nascita, ognuno necessario per le diverse problematicità che i territori presentano.

Visto la partecipazione numerosa nelle scorse manifestazioni, domani si prospetta un elevato numero di manifestanti, per un’azione di protesta che sicuramente farà parlare e che certamente il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, al quale spetta la decisione sull’applicazione del decreto Lorenzin, non potrà ignorare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2015 alle 19:29 sul giornale del 22 dicembre 2015 - 3975 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, san severino marche, Gruppo Neomamme Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arST