Inaugurazione della mostra "Il grande Baccano (Big Bang)"

4' di lettura 06/05/2016 - La Fondazione Ermanno Casoli, Confindustria Ancona attraverso il Comitato Piccola Industria e il Comitato Territoriale del fabrianese e il Comune di Fabriano, con il supporto della Fondazione Carifac, sono lieti di presentare la mostra personale dell’artista Chiara Camoni realizzata con il coinvolgimento di 763 bambini, dal titolo Il Grande Baccano (Big Bang), a cura di Marcello Smarrelli, che sarà inaugurata sabato 7 maggio 2016 alle ore 10:30 presso la Pinacoteca Civica Bruno Molajoli a Fabriano e sarà visibile dall’8 maggio al 12 giugno 2016.

Il progetto nasce nell’ambito di Eco Fantasy – I bambini e l’utilità del riciclo – promosso da Confindustria Ancona – rivolto agli alunni della scuola d’infanzia e alle prime e seconde classi della scuola primaria di tre Istituti comprensivi di Fabriano: I.C. zona est Aldo Moro, I.C. Fernanda Imondi Romagnoli, I.C. Marco Polo. L’iniziativa ha con lo scopo di valorizzare il riuso degli scarti prodotti delle aziende presenti nel territorio fabrianese con l’aiuto dei più piccoli cittadini di questa zona fortemente industrializzata e scenario di importanti cambiamenti socio-economici, facendo leva sulla loro creatività e fantasia.

Chiara Camoni, con la preziosa collaborazione delle maestre, ha guidato durante l’anno scolastico 763 bambini nella realizzazione di una serie di strumenti a percussione utilizzando i materiali di scarto forniti da alcune aziende del territorio. Gli strumenti, diversi tra loro per forma e dimensioni, colorati, rivestiti in maniera originale e personalizzati, sono stati suonati durante una grande performance tenutasi mercoledì 27 aprile, alle ore 10:00, quando i piccoli musicisti si sono ritrovati in Piazza del Comune a Fabriano, dando vita al Grande Baccano (Big Bang) diretto dall’artista. La documentazione video e audio della performance, insieme agli strumenti creati dai bambini, saranno il nucleo di questa speciale installazione in mostra alla Pinacoteca Civica, in dialogo con le opere antiche della splendida collezione lì conservata.

“Per suonare uno strumento a percussione – racconta l’artista - ci vuole forza, quella stessa forza dirompente che a volte manifestano i bambini e che tentiamo di contenere, che se incanalata e direzionata, può diventare energia creativa! Così ho immaginato un esercito di bambini armati dei loro strumenti, che danno vita ad un crescendo di suoni. Non musica ma rumore, un'esplosione che darà vita ad un'entità: Il Grande Baccano (Big Bang)”.

“Piccola industria anche a livello nazionale crede molto nei progetti che colmano il gap tra impresa e scuola e Eco-Fantasy rappresenta un’applicazione concreta di tre obiettivi importanti: la diffusione della cultura d’impresa, lo sviluppo della creatività e la sensibilità verso la green economy a partire dai primi anni d’età”. Diego Mingarelli, presidente Comitato Piccola Industria di Confindustria Ancona
“Un progetto che pone l’accento sulla vitalità di un territorio che, nonostante la crisi, ha tutte le carte in regola per ripartire e realizzare virtuose opportunità. I bambini che rappresentano il nostro futuro ci spronano ad avviarci al cambiamento” Morgan Clementi, presidente Comitato territoriale del fabrianese di Confindustria Ancona.

“Riuso, recupero, riciclo, risorse: argomenti che riguardano il futuro dell’umanità – sottolineano il Sindaco Sagramola e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Pallucca – gli scoppi organizzati dei bambini sono scoppi di gioia e felicità , noi li accompagneremo con la nostra presenza e collaborazione.”

“L’esperienza di Eco-fantasy significa per i bambini esplorare i materiali più diversi, dare loro una seconda vita, curiosare dentro le cose, saggiarne le proprietà ovvero trasformare, inventare, costruire – raccontano le docenti Luisella Mezzopera e Lucia Cucchi a nome degli Istituti Comprensivi partecipanti. I laboratori di arte delle scuole sono quindi palestre nelle quali allenare l’ingegno, l’inventiva, la fantasia: luoghi dove le mani conversano con la mente.”

"Tra gli aspetti caratteriali più belli dei bambini c’è la curiosità di conoscere e di capire; noi adulti abbiamo il dovere di far in modo che questo spirito venga conservato attraverso esperienze di collaborazione e contaminazione con il mondo dell’arte per favorire creatività ed apertura mentale. Investire nei bambini significa investire nel futuro." Viviana Cattelan, vice Presidente della Fondazione Ermanno Casoli






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2016 alle 01:00 sul giornale del 06 maggio 2016 - 1687 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/awCq





logoEV