FaBeer Festival 2016: al via il Festival della Birra Artigianale

5' di lettura 19/05/2016 - L’associazione Via Balbo Non Dorme presenta il primo appuntamento fabrianese interamente dedicato alle birre artigianali, dalla produzione alla degustazione, passando attraverso approfondimenti e percorsi cognitivi ad hoc.

Nella suggestiva location del Chiostro di San Benedetto, situato nel cuore del centro storico cittadino, si potranno gustare numerose etichette ed apprezzare differenti stili birrari, nonché imparare a conoscerne storia, abbinamenti e tecniche.

Affiancata ai produttori ed espositori ospitati, che gestiranno i propri stand presentando in prima persona i loro prodotti al pubblico, sarà inoltre presente una selezione di birre artigianali gestita dallo staff della stessa associazione organizzatrice dell’intero evento.
Ad accompagnare degustazioni e momenti di approfondimento non mancheranno stand gastronomici e intrattenimento musicale, con dj set ed appuntamenti di musica dal vivo.

PRODUTTORI ed ESPOSITORI

• Bach (Fabriano - AN): l’Azienda Agricola Chiaraluce e lo stesso Birrificio nascono a Fabriano nel luglio del 2013, da un’idea di Pierpaolo Chiaraluce.
Il Birrificio Agricolo Chiaraluce produce birra ad alta fermentazione, non filtrata, non pastorizzata e rifermentata in bottiglia. La Birragricola Chiaraluce è prodotta con malto d'orzo italiano, coltivato direttamente dall’omonima azienda agricola.
• I Beer (Fabriano – AN): IBEER è una linea di birre agricole di grande qualità, realizzate con un processo produttivo in cui si combinano alla perfezione tecnologia e amore per la tradizione. Malti speciali, luppoli ed altri ingredienti minori sono selezionati accuratamente, con lo scopo di garantire l’unicità di ogni ricetta e del prodotto finale, da assaporare istante dopo istante attraverso un’esperienza gustativa unica.
• Millecento (Fabriano – AN): la birra artigianale Millecento è prodotta all’interno dello stesso birrificio nella Tenuta San Cassiano, area già apprezzata dei monaci benedettini per la ricchezza delle acque e per la genuinità del territorio. Stessa genuinità e ricchezza che caratterizzano questa tipologia di birra.
• Lorem Ipsum (Dicomano - FI): il birrificio nasce dalla passione e dalla fascinazione per il fermento del mondo brassicolo volto alla riscoperta di stili di birra perduti nel tempo. L’azienda si pone in questa scia di riscoperta delle tradizioni, non peccando però allo stesso tempo di innovazione e sperimentazione: proporre birre uniche, non filtrate e non pastorizzate, ma realizzate attraverso l’impiego delle migliori materie prime.
• Flea (Gualdo Tadino - PG): Flea è un birrificio che rispetta le regole auree della birra: solo acqua pura e solo malto di qualità controllata, che deriva da orzi coltivati nell’azienda agricola di famiglia, per garantire una corta filiera agroalimentare.
• Costa Est (Pesaro): “La nostra azienda nasce da un idea semplice e folle allo stesso tempo: fare birra artigianale, originale e di qualità, indipendente dalle mode del momento, essenziale come i 4 ingredienti che la compongono ma anche ricercata per stupire, per ammaliare, per conquistare. Utilizziamo anche un quinto ingrediente, senza il quale non esisterebbe nulla: la passione.”
• Birrificio del Catria (Cantiano – PU): per la produzione delle loro birre utilizzano l’acqua proveniente dalle sorgenti del Catria e l’orzo coltivato direttamente nei loro campi. Tutte le birre sono non filtrate, non pastorizzate e rifermentate naturalmente in bottiglia o in fusto.
• Birradamare (Fiumicino – RM): la filosofia produttiva di questo birrificio si basa sul connubio di numerosi elementi: metodi artigianali, attenzione maniacale sulla scelta e la provenienza degli ingredienti, processi di produzione rigorosi e controllati, macchinari d’avanguardia, competenze, esperienza, forti legami con il territorio; il tutto accompagnato dall’amore e dalla passione, finalizzati alla creazione di una birra di qualità e senza compromessi, integrale e non pastorizzata.
• Birra dell’Eremo (Assisi – PG): è una birra che raccoglie i sapori di un tempo, concretizzando il perfetto equilibrio tra le ricette più antiche e le tecniche di avanguardia, tra la tradizione e l’innovazione.
• Birra Baladin (Farigliano – CN): Matterino Musso, un giovane piemontese appassionato di viaggi e musica, sulle orme dei grandi maestri birrai belgi è riuscito a dimostrare come la birra possa crescere di qualità e gusto, attraverso una produzione artigianale basata sulla rifermentazione, fino ad essere apprezzata sulla tavola come un buon vino.
• Birrificio Pontino (Latina – RM): è una birra che nasce nella Pontina, l’anello di congiunzione tra le pianure laziali e l’Urbs, tra mille idee, progetti, ambizioni e scelte dei giovani produttori, costantemente alla ricerca di nuovi stimoli.
• Birra Godog (Jesi – AN): producono birre italiane caratterizzate da ciò che chiamano “taste appeal”: carisma ed emozioni.


PROGRAMMA

• venerdì 20 maggio 2016

Ore 17.00 apertura
Ore 19.30 concerto live “Il ladro, il giullare, il folle”
Ore 20.00 - 21.00 degustazione guidata a cura di AIS* (su prenotazione)
Ore 22.30 chiusura

• sabato 21 maggio 2016

Ore 11.00 apertura
Ore 19.00 intervento del prof. Santilocchi** del Politecnico delle Marche
Ore 20.00 degustazione guidata a cura di AIS (su prenotazione)
Ore 22.00 dj set con Dj Benty
Ore 23.00 chiusura

• domenica 22 maggio 2016

Ore 12.00 apertura
Ore 17.00 concerto live “Jazz/Manouche Trio”
Ore 20.00 chiusura


*AIS Associazione Italiana Sommelier dell’Alta Valle Esina
**Rodolfo Santilocchi già preside della Facoltà di Agraria del Politecnico delle Marche, ricercatore e professore ordinario di Coltivazioni erbacee


LOCATION

L’ex Monastero di San Benedetto e l’omonima Abbazia in stile barocco furono fondati nel 1244 e poi ricostruiti ed ampliati nei secoli XIV, XV, XVI. Nasce come ospizio per i monaci dell’ordine di cui diviene sede stabile e passa sotto proprietà statale dopo l’Unità di Italia. È il secondo tempio in Italia per grandezza dedicato al santo fondatore.
Il suggestivo Chiostro in cui si terrà l’evento segue le orme della storia del Monastero al quale appartiene.


INFORMAZIONI

Biglietto ingresso giornaliero 10€ (2 gettoni)
Biglietto ingresso 3 giorni 20€ (6 gettoni)

All'interno dell’area espositiva si potranno acquistare i gettoni necessari per le degustazioni.
All’interno della manifestazione sarà possibile anche mangiare con delle originali proposte gastronomiche.
Ogni assaggio (20cl) avrà il costo di 1 gettone, pari a 2€.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2016 alle 17:04 sul giornale del 20 maggio 2016 - 1200 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, festival della birra artigianale, fabeer

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aw8w





logoEV