Partecipata la serata del Rotary, concessi due riconoscimenti rotariani

4' di lettura 13/06/2016 - Intensa, vivace e partecipata la serata del Rotary Club Fabriano organizzata per la Comunità locale, nel corso della quale sono stati concessi due riconoscimenti rotariani, il "Certificato d'apprezzamento", all'Associazione Scout Fabriano 1 e Fabriano 2 “per il contributo educativo ai giovani”. .

E proprio l’attenzione ai giovani è stato il filo conduttore di una conviviale durante la quale il presidente, Angelo Stango, ha tracciato, con la testimonianza dei protagonisti, il percorso del suo anno di guida del Club. “Sono particolarmente emozionato” ha esordito Stango “ma anche molto felice della vostra numerosa e calda presenza a questo momento dedicato alla Comunità locale e alla presentazione di coloro, Enti , Associazioni, Privati, che hanno contribuito a sviluppare le nostre varie iniziative/progetti. Infatti, come avviene da diverso tempo è questa l’occasione, intanto per ringraziare, ma anche per condividere un percorso che prosegue ininterrottamente da 59 anni cioè dalla costituzione del nostro Club con tutti coloro che fanno della partecipazione al miglioramento ed alla crescita della Comunità locale la loro principale fonte di attività”.

Da questa introduzione è proseguito lo svolgimento di questa sorta di festa della collettività che ha avuto, come detto, particolare considerazione per le nuove generazioni. Alessandro Ferretti in rappresentanza del Rotaract e Interact ha ricordato della raccolta fondi poi donati al Centro disabili CeralHacca e all’Airc, mentre Michela Ninno ha parlato dello Scambio Giovani: alle nostra Federica Cimarra e Federica De Vito, che stanno tornando da paesi oltre oceano, le ragazze Salomè e Ivana che dall’Alaska e dal Messico hanno vissuto per un anno a Fabriano.

Di Orientamento Giovani e della collaborazione avviata con i Club di Cagli, Urbino e Alta Valle Esino e le Università si è occupato Romualdo Latini, con Piero Chiorri che ha detto del Progetto Virgilio, ossia il tutoraggio gratuito a sette aziende in start up. Il dirigente del Liceo Classico “F. Stelluti”, Orsolini, ha invece spiegato l’importanza, per la una loro approfondita lettura, della donazione a questo plesso scolastico di due gigantografie artistiche, mentre Roberto Rapanotti, genitore di un ragazzo disabile, ha raccontato con vera trepidazione e commozione della 12° edizione del Rotary Campus Marche a Porto Potenza Picena “una settimana di vacanza offerta a cento ragazzi svantaggiati di altissimo valore sociale, solidale e umanitario” che il presidente Stango ha assicurato “continuerà ed avrà lunga vita”.

La presidente dell’Inner Wheel, Alida Cipriani, ha palesato il valore del ricavato del service per la realizzazione del “Giardino Sensoriale”, spazio verde che accresce la valenza della struttura polivalente di Santa Caterina in Castelvecchio, garantendo un ulteriore servizio per i malati di Alzheimer. Anna Massinissa, di InArte, ha ripercorso l’affermazione della manifestazione dedicata all’Acquarello che ha portato a Fabriano, per quattro giorni, cinquecento artisti di fama internazionale giunti da cinquantacinque nazioni: anche in questo caso la vendita delle opere (750 quella raccolte dalla Kermesse) donate dagli acquarellisti ha consentito di sostenere il lavoro dell’Associzione Quadrifoglio.

Sempre rimanendo in tema, Giuseppe Salerno, ha sottolineato il consenso ricevuto dall’incontro voluto dal Rotary, indirizzato sul tema dell’Arte Telematica. A Eugenio Casadio, è poi spettato ringraziare il Rotary per essere stato main sponsor di Fabriano Film Fest, appuntamento internazionale del cortometraggio che si è tenuto dal 21 al 29 maggio, ed ha avuto un grandioso esito, tanto da aver raccolto ben 488 brevi film di alto valore artistico e documentale.

Altro patrocinio del Rotary, quello concesso al Premio “Castello d’Argignano riconoscimento al merito”, manifestazione, unica nel suo genere, giunta alla Ottava edizione riservata ai fabrianesi che si sono distinti per atti, opere, attività. Infine, ma di tanto altro s’è parlato in questo incontro preparatorio alla cerimonia del passaggio delle consegne per la nuova presidenza del Club, Bernardino Giacalone ha raccontato la positiva quanto interessante esperienza del convegno, con un relatore d’eccezione quale Massimo Giuliani “Vaccini Si Vaccini No”, a cui ha preso parte “tanto pubblico, eminenti studiosi, personaggi di spicco della nostra azienda sanitaria, ma soltanto due dottori ospedalieri e due medici di base”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2016 alle 01:30 sul giornale del 13 giugno 2016 - 1371 letture

In questo articolo si parla di attualità, Circolo Marche Press

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax3Q





logoEV