Il Sindaco Giancarlo Sagramola al Forum delle Città creative dell’Unesco a Östersund

giancarlo sagramola 3' di lettura 12/09/2016 - La città svedese di Östersund, membro della rete delle città creative dell’ Unesco nella categoria gastronomia, ospita dal 14 al 16 settembre il decimo Forum annuale della Rete al quale parteciperanno 250 rappresentanti delle 116 città che partecipano al circuito UNESCO di cui 20 Sindaci.

AnnSofie Andersson , Sindaco di Östersund, aprirà la riunione in presenza di Alice Bah Kuhnke, Ministro svedese della Cultura e della Democrazia e di Jyoti Hosagrahar, Direttrice dell’ Area della Creatività dell’Unesco.

Il Forum annuale ha l’obiettivo di definire le azioni della Rete, di sostenere la politica urbana nell’ambito della cultura della creatività e di favorire lo sviluppo della collaborazione e partenariato tra i membri.

L’Incontro sarà anche l’occasione di affermare il ruolo motore della rete nell’ambito dello sviluppo sostenibile nell’ambiente urbano, alla luce dell’iniziativa dell’Unesco per la cultura e lo sviluppo sostenibile urbano nel programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile entro la scadenza del 2030.

“ Questo incontro annuale delle città creative è un’occasione per rafforzare i legami tra i membri. Ad oggi , la rete conta 116 città di 54 paesi e questa eterogeneità permette di moltiplicare le prospettive di cooperazione. È una piattaforma unica per mettere la cultura, la creatività e l’innovazione al centro dello sviluppo urbano sostenibile” ha dichiarato Irina Bokova la Direttrice Generale dell’UNESCO.

Nel Forum il Sindaco di Fabriano si incontrerà in un dibattito sul futuro delle Città creative con altri 19 Sindaci per affrontare la tematica dello sviluppo urbano non più legato al consumo del suolo ma alla riqualificazione e valorizzazione dell’esistente.

Nel corso delle varie sessioni e laboratori tematici di questo forum saranno presentati i principali obiettivi delle città creative nell’ambito della politiche culturali urbane.

La Rete delle città creative copre 7 ambiti creativi: l’Artigianato, Arti e Tradizioni popolari - di cui fa parte la nostra Fabriano - il design , il cinema, la gastronomia, la letteratura, la musica e le scienze.

Le città creative lavorano insieme per collocare la creatività e la cultura nel cuore dei loro programmi di sviluppo sostenibile urbano a livello locale e collaborare attivamente a livello internazionale attraverso azioni di partenariato.

Un laboratorio dedicato alle imprese creative si costituirà dopo il 15 settembre a vari livelli in modo che gli stimoli provenienti dalle diverse aree del mondo possano essere analizzati e attraverso una sinergia comune si arrivi a sviluppare una rete attraverso la quale scambiarsi i diversi punti di vista sulla creazione di future iniziative.

Il Forum annuale delle città creative sarà preceduto da un incontro dal titolo “ Valorizzare ed accrescere la creatività per lo sviluppo sostenibile”, organizzato dall’ Università Svedese ( Universitè Mid Sweden– MIUM) dall’ 11 al 14 settembre , che esplorerà i differenti metodi per ottimizzare le relazioni tra gli ambiti urbani e rurali le cui risultanze saranno poi oggetto dei vari laboratori del Forum.

Il programma delle singole giornate sarà divulgato nei prossimi giorni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2016 alle 20:10 sul giornale del 13 settembre 2016 - 379 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aA7A





logoEV
logoEV