Autonomia decisionale e finanziaria, queste le caratteristiche che avranno i nuovi comitati di Frazione

piazza del comune fabriano 17/05/2017 - Nel corso dell’ultima Legislatura si è visto chiaramente che la mancanza di un budget da parte di questi organi collegiali ha, di fatto, determinato che gli stessi non potessero assolvere al loro compito. Tanto che gli stessi componenti non si sono riuniti più.

Questo perché la partecipazione non può essere declinata solo in modo consultivo, facendogli perdere, inevitabilmente, la propria funzione. Invece, dotando questi organismi di una adeguata disposizione finanziaria si potrebbe, in raccordo con la Giunta, fargli assolvere meglio e più efficacemente la loro mansione, partecipando di fatto a redigere il Bilancio comunale. Dunque, un primo passo significato di Bilancio partecipato.

È semplice e riduttivo proporre un Assessorato alle Frazioni, ma questo significherebbe non coinvolgere direttamente i residenti, centralizzando sempre le funzioni e le responsabilità. La linea dell’Amministrazione comunale che presiederò, invece, intende fattivamente declinare il concetto stesso di partecipazione. E questa si può avere coinvolgendo i Comitati di Frazione nella stesura delle priorità e degli interventi che solo chi vive quotidianamente queste realtà potrà esprimere e individuare.

Accanto alle priorità, poi, saranno gli stessi componenti di questi organismi a indicare i fondi da impiegare. Le esperienze passate, lo ribadisco, non hanno funzionato opportunamente proprio per questa mancanza di autonomia finanziaria. Il nostro agire amministrativo non si esaurirà qui per questo settore. Vogliamo, infatti, che i collegamenti infrastrutturali per le frazioni siano sempre più facili e che queste divengano parte integrante e sostanziale del nostro vivere insieme.

Dunque, luoghi che possano fruire di agevolazioni ed incentivazioni al restauro dei borghi ed all’apertura di nuove attività commerciali e d’impresa agricola, zootecnica ed agri-turistica. L’introduzione dei Consiglieri di circoscrizione e dei Comitati di frazione servirà da collante per uno sviluppo omogeneo e condiviso di Fabriano, da intendersi come Città diffusa e rendendo finalmente la vastità del territorio comunale una grande risorsa di sviluppo e non più un limite dal punto di vista economico e dei servizi.

All’interno della nostra coalizione, Insieme per Fabriano, sono presenti tanti residenti nelle numerose Frazioni cittadine. Dimostrazione, inequivocabile, che siamo gli unici a poter rappresentare al meglio l’intero, vasto, territorio comunale fabrianese. Ciascuno di loro sarà portatore degli interessi della comunità nella quale vive e opera. Saprà con il cuore e la passione essere componente della squadra di Governo dei prossimi cinque anni.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2017 alle 11:52 sul giornale del 18 maggio 2017 - 362 letture

In questo articolo si parla di politica, PD Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJq5