Casoli nominato Cavaliere del Lavoro, terzo in casa Pieralisi. Il cugino Andrea: 'Non c'è due senza tre'

francesco casoli 01/06/2017 - La famiglia Pieralisi raccoglie con profondo orgoglio la nomina di Cavaliere del Lavoro che arriva oggi a Francesco Casoli, presidente del Gruppo Elica, figlio di Ermanno e di Gianna Pieralisi. Una nomina che, per i Pieralisi, non è la prima e neppure la seconda, bensì la terza.

Nel 1987 fu Igino il primo Pieralisi ad essere nominato Cavaliere dall'allora presidente della Repubblica, per il settore industria metalmeccanica."Iniziò a lavorare giovanissimo nella piccola officina paterna, in cui si riparavano e costruivano macchine agricole. Dimostrò ben presto uno spiccato interesse per la meccanica agraria. Alla competenza tecnica affiancò notevoli qualità imprenditoriali, con le quali affrontò la produzione di avanzate tecnologie per il settore oleario. Di tale produzione il Gruppo industriale Pieralisi, del quale fu presidente e amministratore delegato, detenne buona parte del mercato mondiale. In Italia impiantò stabilimenti a lesi, Modugno e Firenze dove rilevò e riorganizzò una vecchia azienda. Costituì poi due consociate in Spagna e in Grecia ed estese l'esportazione a tutti i paesi produttori di olio nel Mediterraneo, nell'Europa dell'Est, negli Stati Uniti, in Malesia, in Tanzania e in Cina. Operò anche nel campo degli impianti di depurazione e nei settori chimico, petrolifero e saccarifero". Già nel lontano '87 le doti mangeriali e il fiuto dei Pieralisi per l'avanguardia del settore erano state premiate.

Il secondo a ricevere la nomina, nel 1999, fu l'Ing. Gennaro, sempre nel settore dell'industria metalmeccanica. "Dopo la laurea nel 1965 in Ingegneria meccanica presso l'Università degli Studi di Pisa si inserisce nell'azienda di famiglia, assolvendo diverse funzioni, dalla progettazione alla finanza. Per lunghi anni Amministratore Delegato oggi ricopre la carica di Presidente in tutte le aziende del Gruppo Pieralisi, sia di quelle produttive che di quelle commerciali, in Italia ed all'estero. Il Gruppo Pieralisi è leader nel mondo per la produzione e commercializzazione di impianti oleari e macchine per la separazione di un solido da un liquido applicate anche nel settore lattiero-caseario, saccarifero, enologico e industriale (in particolare nel settore dell'ecologia e della raffineria) .La svolta fu 10 sviluppo della nuova tecnologia per l'estrazione dell'olio di oliva: l'idea di sfruttare la forza centrifuga nel processo di estrazione. Il Gruppo ha anche attività secondarie nel settore meccanico (costruzione di carrelli elevatori multiuso) , nel settore finanziario (Finanziaria Nord Centro e Mark Leasing) e nel settore alberghiero (Elfa Hotel S.p.A). Il Gruppo Pieralisi conta circa 600 addetti tra dipendenti e collaboratori. Ha un fatturato consolidato di oltre 300 miliardi". Questa la motivazione di allora.

Oggi arriva una nuova soddisfazione per Francesco Casoli, figlio di Ermanno e di Gianna Pieralisi, scomparsa lo scorso dicembre. Il nome del presidente del Gruppo Elica è tra i 25 nuovi Cavalieri del Lavoro, il cui decreto di nomina è stato diramato poche ore fa.

Ma non tutti sanno che Francesco accompagnò, nel lontano 1987, il nonno Igino al Quirinale per ricevere l'onorificenza. Ce lo rivela l'altro nipote, ANDREA PIERALISI, che commenta così la notizia che riguarda la sua famiglia: "Non c'è due senza tre, sono molto felice e orgoglioso perchè Francesco è un grande imprenditore. E non sono di certo io a scoprirlo perché lui lo ha dimostrato coi fatti. Oltre a capace imprenditore, lui è stato anche un importante politico, senatore per due legilslature. Ha ricoperto ruoli importanti nelle associazioni di settore, ha ricevuto una laurea honoris causa, gli è stato appena attribuito sempre dal Presidente della Repubblica il prestigioso premio Leonardo. Francesco è eccezionale, i fatti lo dicono per me". 

"A me resta l'orogoglio di essere il suo cugino più piccolo 'di statura' - scherza Andrea, e si commuove quando il suo pensiero torna indietro negli anni e il ricordo va a suo nonno Igino - ero piccolissimo quando fui ospite al Quirinale con il nonno, anche Francesco partecipò e sarei curioso di sapere cosa ne pensa lui, ora che ha ricevuto la sua stessa onorificenza!".


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it




Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2017 alle 16:03 sul giornale del 03 giugno 2017 - 423 letture

In questo articolo si parla di attualità, francesco casoli, jesi, andrea pieralisi, cavaliere del lavoro, cristina carnevali, articolo, farncesco casoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJYk