Acqua: un'ordinanza per limitare i consumi per scopi diversi da quello domestico-alimentare

acqua 09/08/2017 - A seguito di una nota della Multiservizi nella quale si evidenziava una situazione di sofferenza idrica in particolar modo in alcune frazioni del nostro Comune e considerato il prolungarsi dello straordinario periodo di siccità, il Sindaco ha emesso un’ordinanza ( la n. 274 del 09.80.2017) per limitare il consumo di acqua potabile per scopi diversi da quelli domestici e sanitari.

In particolare, in tutto il territorio comunale, con particolare riferimento alle frazioni di Rocchetta, Valgiubola, Bastia, Viacce e Moscano, si vieta l’utilizzo dell'acqua potabile proveniente dalla rete di distribuzione comunale nei seguenti casi:

- per irrigazione o simili di orti e giardini;
- per riempimento di ogni tipo di piscina mobile o da giardino;
- per lavaggio di automobili/cicli/motocicli;
- per qualunque uso ludico o che non sia quello del servizio personale.

I prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per i normali usi domestici e per tutte le attività regolarmente autorizzate, le quali necessitano dell'uso di acqua potabile.

La violazione dei divieti posti nell’ordinanza comporterà una sanzione amministrativa da € 25,00 ad € 500,00.

Si invitano, quindi, tutti i cittadini a porre in essere una più razionale e corretto uso dell’acqua per gli scopi consentiti, limitandolo alle effettive necessità umane e del comparto produttivo, al fine di evitare inutili sprechi nell'interesse pubblico e privato affinché il patrimonio idrico, nell’attuale fase di emergenza, non vada disperso, quale bene di tutta la cittadinanza.

Consulta l'ordinanza





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2017 alle 12:37 sul giornale del 10 agosto 2017 - 803 letture

In questo articolo si parla di acqua, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aL4t