Divieto per l'asporto di alcolici: raccolta firme per revocare l'ordinanaza del Sindoco

12/02/2018 - L'Ordinanza del Sindaco Santarelli emessa nei confronti dei gestori dei locali cittadini ha suscitato un forte dibattito sull'opportunità ed efficacia dell'iniziativa assunta dall'amministrazione.

Sono convinto che questa scelta non abbia risolto alcuna problematica, inasprendo – al contrario – lo scontro tra i residenti ed i gestori dei locali, senza fornire una soluzione ragionata che, nei fatti, rimane inefficace e tuttavia colpendo in modo indiscriminato varie realtà imprenditoriali – soprattutto giovanili, senza che vi sia stata alcuna condivisione con i cittadini.

Il diritto al decoro degli spazi pubblici e privati, alla quiete pubblica nelle ore notturne, alla decenza ed al buon costume rappresentano diritti di tutti e vanno tutelati, come anche la libertà di esercitare la propria attività economica, nei limiti delle leggi e del buon senso. Al fine di riportare la vicenda nell'ambito del dialogo e del confronto ho avuto il piacere di essere primo firmatario di una mozione sottoscritta, in meno di tre giorni, da più di quattrocento cittadini che, insieme ai gestori dei locali, a rappresentanti della categoria e residenti, hanno ritenuto opportuno chiedere con forza al sindaco di revocare al più presto una ordinanza non concordata, ingiusta ed inefficace che genera più problemi di quelli che vorrebbe tentare di risolvere.

I firmatari richiedono altresì che la questione venga affrontata al più presto attraverso un tavolo di dialogo tra amministrazione, residenti e commercianti, al fine di trovare soluzioni efficaci e condivise nel rispetto degli interessi di tutti. Torniamo alla ragionevolezza: l'incapacità di realizzare politiche di tutela e controllo dell'ordine pubblico e del buon costume da parte dell'amministrazione non può ricadere in capo ai soli gestori dei locali, in quanto è il Sindaco che deve assumersi la responsabilità di trovare soluzioni ragionevoli in grado di tutelare tutti gli interessi in gioco, senza colpi di mano e prese di posizione arbitrarie.

Non è questo il modo con cui un Sindaco dovrebbe governare la Città: sono necessari confronto e partecipazione, evitando assurde decisioni prese dall'alto senza ascoltare la cittadinanza.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2018 alle 11:07 sul giornale del 13 febbraio 2018 - 512 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito democratico, marche, pd, pd marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRBC