Sassoferrato: Lina Sastri grande protagonista al Teatro del Sentino

08/04/2018 - Un “viaggio” tra musica e parole in compagnia di una stella! L’ultimo appuntamento (tra quelli in abbonamento) della stagione di prosa del Teatro del Sentino è con una donna che ha il teatro nel sangue, un’artista dal talento straordinario, autentica maestra delle scene e icona della musica napoletana: Lina Sastri.

Mercoledì 18 aprile, alle ore 21,00, l’artista partenopea porterà in scena Appunti di viaggio (Biografia in musica), ovvero un racconto libero e inedito della sua vita artistica.

Sulla scena nuda, dominata dalla scultura di Pulcinella, creazione preziosa del maestro Alessandro Kokocinski, proiezioni e immagini della lunga carriera dell’artista si alternano a brani musicali e teatrali eseguiti dal vivo. Uno spettacolo di grande intensità, scritto e diretto dalla stessa Sastri, accompagnata in scena da sei valentissimi musicisti, capaci sempre di cogliere l’attimo, seguire o anticipare il racconto musicale della sua vita.

Appunti di viaggio è una rappresentazione mai uguale a se stessa, che riserva ogni volta piccole sorprese, un dialogo sincero e appassionato con il pubblico che ascolta pensieri, segreti, dolori e gioie di una grande artista. E’ un viaggio nell’anima, un dialogo d’amore che rivela dell’artista molto più di quanto un semplice spettacolo possa mostrare. E lo spettatore rimane rapito dai racconti, dalle melodie e dalla straordinaria vocalità della Sastri.

Sulla scena racconti di vita vissuta, gli incontri con le grandi personalità artistiche del nostro Paese (da Eduardo a Patroni Griffi, da Roberto De Simone ad Armando Pugliese), con i poeti e i drammaturghi, gli autori e i registi come Nanni Moretti, Nanni Loy, Carlo Lizzani, Woody Allen, Giuseppe Tornatore.

I brani musicali spaziano da Madonna de lu Carmine, scritta da Roberto De Simone per lo spettacolo Masaniello, alla Taranta del Gargano; da Canzone Appassionata a Bammenella; da A vita è comme ‘o mare ad Assaje, scritta proprio per Lina da Pino Daniele per il film Mi manda Picone; da La Profezia, canzone del film Li Chiamarono...Briganti di Pasquale Squitieri a Sud scavame ’a fossa, brano inedito di Pino Daniele cantato a rap; dall’inedito Edua’, dedicato a Eduardo De Filippo a Uocchie c’arraggiunate; da Tammurriata nera ad Amara terra mia di Domenico Modugno. E ancora, i grandi classici napoletani e moltissimi altri brani che hanno segnato la carriera musicale e teatrale di Lina Sastri, tra cui Reginella, Maruzzella, fino all’indimenticabile Napul’è di Pino Daniele.

Dunque, uno spettacolo in cui melodie, pensieri, emozioni si fondono mirabilmente insieme, dando vita ad un’atmosfera carica di suggestioni.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2018 alle 15:20 sul giornale del 09 aprile 2018 - 304 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, sassoferrato, Comune di Sassoferrato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aToG





logoEV