Professione, agricoltore: esperienze e opportunità raccontate agli studenti dell’Agrario di Fabriano

11/04/2018 - Da studente sui banchi dell’istituto Morea Vivarelli di Fabriano a titolare di un azienda agricola con allevamento, vendita diretta dei prodotti e agriturismo. È la storia di Giovanni Togni, oggi imprenditore 31enne di Santa Maria Nuova ma ieri, dodici anni fa, maturando all’Istituto Tecnico Agrario fabrianese.

È solo una delle esperienze che questa mattina, martedì 10 aprile, sono state raccontate agli studenti dell’istituto superiore nell’ambito di un’iniziativa organizzata dalla scuola in collaborazione con Coldiretti Marche.

Alla mattinata hanno partecipato anche Alba Alessandri, responsabile di Coldiretti Giovani Imprese Marche, Simone Orciari, delegato di Giovani Imprese Ancona, e Stefano Leporati che per la Coldiretti nazionale si occupa di politiche economiche. Incontri che Coldiretti ha avviato a livello nazionale per illustrare e spiegare le opportunità derivanti dalla Pac, la Politica agricola comune, e le iniziative adottate dall’associazione come, ad esempio, TerrInnova una app gratuita che dà la possibilità di restare aggiornati sui bandi del Psr, sui prezzi di prodotti agricoli, simulare un business plan, meteo, news ed eventi targati Coldiretti.

Per le Marche la scelta è ricaduta proprio sulla scuola fabrianese che con Coldiretti è in procinto di avviare il progetto “Educare all’imprenditorialità” accreditando anche l’azienda agraria a Campagna Amica al fine di far toccare con mano agli studenti le opportunità della vendita diretta. “L’agricoltura dà opportunità di lavoro e di grande realizzazione personale ma ci vogliono passione e dedizione. È un settore che può dare tanto alle nuove generazioni ma che, al tempo stesso, può ricevere tanto dal dinamismo dei giovani in termini di innovazione” hanno detto la Alessandri e Orciari. Un’assemblea molto partecipata durante la quale gli studenti hanno potuto anche firmare la petizione nazionale #Stopcibofalso a favore dell’etichettatura obbligatoria e in difesa del Made in Italy. Il dirigente scolastico Emilio Procaccini, al termine, ha ringraziato Coldiretti per la presenza e “per la stretta collaborazione che va avanti da anni”. ​





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2018 alle 11:50 sul giornale del 12 aprile 2018 - 394 letture

In questo articolo si parla di attualità, agricoltura, coldiretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTuC