Sanità, Rsu e OOSS area vasta2: 'Si attivi subito il confronto'

sanità ospedale 26/05/2018 - In data 23 maggio, la nuova RSU e le OO.SS. si sono riunite per affrontare la situazione politico- sindacale venutasi a determinare in Area Vasta 2.

Quest’anno un solo tavolo negoziale è stato garantito dalla delegazione trattante di Parte Pubblica, precisamente il giorno 22 marzo 2018, ed in tale occasione non erano presenti né il Direttore Generale dell’ASUR, né il Direttore dell’Area Vasta 2, interlocutori indispensabili per un serio confronto con le parti. Sono mesi ormai che le scriventi attendono di ricevere una convocazione per discutere di tutte le questioni prioritarie pendenti e delle ulteriori problematiche sopraggiunte.

La legge regionale di riforma del 21 marzo 2017, n°8, che avrebbe dovuto permettere, tra l’altro, utili confronti in Area Vasta rivolti ad armonizzare ed uniformare i comportamenti ed i trattamenti economici dei dipendenti, ha invece comportato una ulteriore centralizzazione di questioni a livello ASUR, sottraendole al tavolo di trattativa di Area Vasta.

A causa della mancata soluzione alle diverse problematiche, ad essere messi in discussione, sono risultati proprio i servizi erogati ai cittadini, ed i relativi livelli di sicurezza e qualità delle strutture e delle attività.

E’ stata pertanto inviata una diffida alle Direzioni dell’ASUR Marche e dell’Area Vasta 2 a definire, entro e non oltre il corrente mese, un calendario di incontri per risolvere tutte le pendenze. Decorso inutilmente il termine prescritto, le scriventi si ritengono libere di assumere ogni iniziativa necessaria, imputando alla medesima delegazione trattante di parte pubblica la rottura delle relazioni sindacali.

Le scriventi hanno prioritariamente chiesto di svolgere i confronti sul piano ferie, in considerazione dell’approssimarsi dell’inizio del periodo di ferie estive decorrente dal 1° giugno con sostituzioni di personale in grado di garantire l’assistenza ed i servizi ai cittadini, e sul lavoro straordinario. Inoltre, con espresso riferimento al nuovo Contratto nazionale del personale del Comparto Sanità, triennio 2016-2017-2018, sottoscritto il 21 maggio, ed efficace dalla data successiva, le scriventi hanno chiesto di corrispondere gli incrementi contrattuali ed i relativi arretrati con la busta paga di giugno.

Le scriventi hanno concluso ponendo in mora la controparte aziendale per tutti gli Accordi che sono stati sottoscritti – compresi i Protocolli d’Intesa regionali firmati dal Governatore della Regione Marche – i cui impegni e termini ancora una volta non sono stati rispettati. La RSU dell’Area Vasta 2 e le O





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2018 alle 16:06 sul giornale del 28 maggio 2018 - 313 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aUYG