Sassoferrato: inaugurata la 68^ Rassegna d’Arte/Premio G.B. Salvi

23/09/2018 - Si apre all’insegna del rinnovamento e delle novità e si caratterizza in primis per l’apertura alla cittadinanza e al pubblico la 68^ Rassegna d’Arte/Premio G.B. Salvi e non poteva essere altrimenti visto il tema che quest’anno ha motivato l’iniziativa: “ il ‘68” con tutte le sue contestazioni che hanno profondamente segnato la cultura occidentale.

“Non si tratta solo di mettere in relazione il visitatore con le opere della mostra d’arte contemporanea ma è presente un forte tentativo di rompere la diffidenza e lo scetticismo verso di essa e la sfida è quella di creare un’interazione attiva e profonda sui temi portanti della Rassegna - sostiene il curatore, il Prof. Riccardo Tonti Bandini, docente presso l’Accademia delle Belle Arti di Macerata - si tratta di una Rassegna concentrata sul ruolo sociale dell’arte e la volontà di soffermarsi sugli aspetti della rivoluzione del 68^, sulle tematiche che hanno impegnato l’arte in quel periodo, è intesa come rivisitazione del particolare momento storico con l’uso di linguaggi e tecniche attuali e come espressione dei punti di vista e dell’approccio del territorio locale al fenomeno”.

Il progetto prevede laboratori didattici, realizzati dai componenti dellasoc.coop Happennines, incentrati sugli aspetti più ludici del paesaggio sonoro del Rione Castello di Sassoferrato, si incentreranno su esercizi di ascolto che permetteranno di captare le impronte sonore fondamentali che caratterizzano il luogo e sono indirizzati ai giovanissimi studenti del comprensorio di Sassoferrato e di Fabriano. Oltre alle convenzioni con le scuole, sono in programma una serie di incontri e dibattiti sui temi chiave del ’68, ai quali sarà invitata la popolazione, da tenersi nei suggestivi locali che ospitano il MAM’S, in un’ ottica di Museo che si apre alla cittadinanza. Proprio su questo principio si basa la scelta di dislocare le sezioni della Rassegna nei vari e collaudati contenitori culturali della cittadina.

Nella sede storica del Palazzo della Pretura, quindi troviamo le due sezioni cardine della Rassegna d’Arte/Premio G.B. Salvi, “Artisti in Concorso”, la prima riservata ai giovani artisti, quest’anno under 35 (è stato abbassato il limite di età) operanti nel territorio italiano, 16 le giovani promesse in concorso. la seconda, dal titolo “Piccola Europa” aperta, su invito, ai giovani artisti delle Accademie Europee, 6 i partecipanti provenienti dalle Accademie della Germania, dell’Inghilterra, del Montenegro, della Grecia e della Polonia.

Le sale del seicentesco Palazzo degli Scalzi, ospitano la sezione degli artisti fuori concorso riservata alla fotografia e realizzata in collaborazione con la FIAF, dedicata ai vincitori del “FacePhotoNews 2017; la sezione riservata alle opere vincitrici del Premio Edgardo Mannucci 2018 di Arcevia; il momento espositivo riservato al Museo Tattile Omero di Ancona; l’ esposizione dei lavori storici del ’68 della collezione del Premio Salvi; la sezione dedicata ad opere dell’artista Luigi Ontani provenienti dalla Pinacoteca Civica e Galleria D’Arte Contemporanea di Jesi.

Le antiche mura delle Chiese di San Giuseppe e di San Michele Arcangelo, situate entrambe nel Rione Castello ospiteranno le personali degli artisti invitati fuori concorso: Renzo Marasca, Michele Alberto Sereni, Nevio Mengacci.

La manifestazione vede sempre più consolidare i sodalizi con l’Università degli Studi di Urbino, con il Comune di Arcevia e il Rotary Club alta Vallesina-Grotte Frasassi, con la Fondazione Carifac e con la FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), enti rappresentati alla cerimonia di inaugurazione rispettivamente dal Magnifico Rettore Vilberto Stocchi, dall’attuale Presidente avv. Marco Filipponi, dal Preside Luigi Dennis Censi (per la Fondazione) e dal Consigliere Nazionale FIAF Massimo Bardelli

Ampliato quest’anno il parterre delle collaborazioni grazie alla sinergia instaurata con il Museo Tattile Omero di Ancona (il cui presidente Aldo Grassini ha presenziato all’inaugurale), con la Pinacoteca Civica di Jesi e con ArtArcevia (Associazione che opera nella realizzazione e organizzazione di eventi d'arte e culturali e che organizza il Festival Internazionale dell'arte contemporanea di Arcevia, che interessa varie discipline artistiche e coinvolge oltre 70 artisti provenienti da tutto il mondo).

Il Sindaco Ing. Ugo Pesciarelli e la Dott.ssa Lorena Varani, Assessore alla cultura del Comune di Sassoferrato esprimono viva soddisfazione, per la partecipazione del pubblico alla cerimonia inaugurale e per la presenza di molti giovani artisti che hanno illustrato le loro opere ai presenti. “una Rassegna che rispecchia in pieno l’eleganza e la sensibilità del curatore” afferma l’Assessore Lorena Varani che ha seguito i lavori in prima persona, insieme al Comitato scientifico appositamente nominato.

La soc.coop Happennines si occuperà di rendere fruibili le esposizioni che saranno a disposizione del pubblico dal 15 settembre al 4 novembre: venerdì, sabato, domenica e festivi dalle ore 15,30 alle ore 18,30; lunedì, martedì, mercoledì e giovedì, visite su prenotazione e per la prima volta quest’anno sarà disponibile il servizio di visite guidate.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2018 alle 13:37 sul giornale del 24 settembre 2018 - 220 letture

In questo articolo si parla di attualità, sassoferrato, Comune di Sassoferrato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYEL