Cupramontana: cresce l'attesa per la Sagra dell'Uva dal 4 al 7 ottobre

26/09/2018 - Edoardo Bennato, Piero Pelu’ e Luca Barbarossa i big. Un’edizione social con al centro il Verdicchio protagonista di approfondimenti e degustazioni.

La 81esima Sagra dell’Uva dei Cupramontana ai nastri di partenza. Un ricco programma, dal 4 al 7 ottobre il tradizionale appuntamento nella Capitale del Verdicchio. La Sagra di Cupramontana è nata nel 1928 ed è la seconda più grande d’Italia.

Edoardo Bennato, Piero Pelù e Luca Barbarossa: i magnificali tre che saliranno sul palco della Sagra dell’Uva più longeva delle Marche. Venerdì 5 ottobre sarà Edoardo Bennato il protagonista con il live sotto le stelle alle 22.30. Sabato 6 ottobre Cupramontana accoglierà Piero Pelu’ e il suo “Warm Up Tour” dalle 23.30. Gran finale il pomeriggio di domenica 7 ottobre con Luca Barbarossa alle 18.30. Dopo i live dei big musica fino a tarda notte a cura dei vari stand gastronomici.

Come da tradizione i grandi nomi della musica sono tra le colonne portanti del cartellone cuprense che sfodera i loro concerti dal venerdì alla domenica. (Biglietti saranno in prevendita sul circuito CiaoTickets). Ampio spazio alle degustazioni di Verdicchio per veicolare al meglio la promozione del territorio e del suo vino simbolo. Numerosi i produttori del territorio che saranno a disposizione per le “Degustazioni in Centro” in programma tutti i pomeriggi della kermesse in piazza IV novembre. Mostra mercato con i prodotti agroalimentari in programma dal giovedì al sabato. Al vino è dedicata anche la mostra “Vino, vigneti e cantine. Ieri e oggi” a cura del Circolo Fotografico Carpe Diem di Cupramontana. Nel calendario anche l’VIII edizione de “Il Grande Verdicchio” con due temi da approfondire. Diversità e unicità, è con queste parole chiave che torna “il Grande Verdicchio”, serie di approfondimenti che dal 2011 accompagnano la Sagra dell’Uva di Cupramontana. Venerdì 5 ottobre Francesco Falcone, degustatore indipendente, divulgatore e scrittore, dedicherà un approfondimento ai bianchi prodotti lungo il versante adriatico. Sabato 6 ottobre Antonio Boco, collaboratore storico della guida I Vini d’Italia del Gambero Rosso, andrà alla scoperta di quelle che possono essere le differenze più importanti all’interno dell’ampia area dei Castelli di Jesi. Tutti gli appuntamenti si terranno a Enocupra, spazio all’interno del MIG - Musei in Grotta. Immancabile uno show cooking: con #airshowcooking by Faber.

Tra gli appuntamenti di punta Il Palio della Pigiatura, sabato 6 ottobre, e la sfilata dei carri allegorici: sono questi i due momenti goliardici che vedono protagonisti della sfida i Castelli del Verdicchio e, con i carri, le cinque contrade di Cupramontana.

Con questa edizione si conferma il connubio tra Sagra dell'Uva e i social network. Con influencer e un concorso fotografico social. Nel corso delle 4 serate un gruppo di blogger e influencer del web racconterà l’evento in diretta social attraverso l’hashtag #sagradelluva81. Inoltre, gli appassionati di fotografia potranno partecipare ad una divertente sfida a colpi di click con in palio premi legati al Verdicchio e al territorio di Cupramontana. Dal 4 al 7 ottobre condividendo la festa su Instagram e Facebook con l’hashtag #sagradelluva81 sarà possibile vincere un soggiorno a Cupramontana, degustazioni e Verdicchio. Saranno infatti premiate le tre foto più originali. Fra enogastronomia, stand, folklore, sfilate di carri allegorici, musica e spettacoli le occasioni per cogliere lo scatto perfetto non mancheranno. Date spazio alla vostra creatività e buon divertimento!

«Cupramontana è stata definita la Capitale del Verdicchio e vuole continuare ad esserlo; come Sagra dell’Uva vogliamo continuare ad essere un’eccellenza del territorio e della Regione Marche - afferma Luigi Cerioni, sindaco di Cupramontana e presidente della Fondazione Sagra dell’Uva - L’impegno collettivo di centinaia di volontari e di tantissime associazioni saranno in quattro giorni messi alla prova con la creazione dei carri allegorici e con la realizzazione degli stand. Per la Sagra, che quest’anno giunge alla 81a edizione, servono professionalità ed impegno ma soprattutto tanta passione. Un grazie all’aiuto dei tanti sponsor e, per il suo sostegno, alla Fondazione CARIFAC. Grazie alle due new entry, la banca INTESA SANPAOLO e la FABER Fabriano; eccellenze nel loro settore che hanno scelto di sostenere la Sagra e Cupra. Anche di fronte alle difficoltà la scelta è sempre quella di guardare avanti. Questa è la sfida che i cuprensi accettano da sempre e da sempre sono stati in grado di superare e vincere. Offrire il meglio della loro terra, essere accoglienti e generosi; farlo volontariamente con l’obiettivo di offrire grandi spettacoli, grandi piatti ed un grande vino, il Verdicchio!»

IL LOGO DELLA 81° SAGRA DELL’UVA
L'autore del logo che rappresenta ufficialmente la Sagra dell’Uva di Cupramontana n.81 è Thomas Angelini, neodiplomato all'Istituto Statale d'Arte "Scuola del Libro" di Urbino. L’artista descrive così la sua opera: «Attraverso una elaborata ricerca sulla storia della Sagra dell'Uva ho elaborato vari bozzetti e ho realizzato con la tecnica degli acquerelli dei grappoli d'uva che ho utilizzato nel manifesto per creare lo sfondo, che fa riferimento al prodotto tipico che si coltiva nel territorio di Cupramontana. Ho realizzato delle forme geometriche per inserire il nome dell'evento, utilizzando font semplici e lineari che risultano facilmente leggibili. I colori utilizzati hanno una gradazione di verde scuro che sono riconducibili alle foglie dell'uva».







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2018 alle 18:59 sul giornale del 27 settembre 2018 - 238 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, cupramontana, sagra dell'uva

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYLO