Macerata: il backstage della mostra "Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche", venerdì l'inaugurazione

18/10/2018 - È arrivato il grande giorno. Sono rimaste poche ore prima di svelare i capolavori che compongono Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche, la mostra di Palazzo Buonaccorsi dove da giorni si lavora per preparare l’allestimento.

Sono già arrivate a Macerata e collocate le tele provenienti dalla Gemaldegalerie della Staatliche Museen di Berlino (il San Cristoforo e il San Sebastiano, due pannelli di un polittico disperso che Lotto aveva realizzato per la Chiesa di Castelplanio), per la prima volta in Italia, quella restaurata della Gallerie degli Uffizi (Sacra Famiglia con Sant’Anna e San Gerolamo), le opere del British Museum di Londra (Assunzione della Vergine) e del Musèe du Louvre di Parigi (Deposizione di Cristo). Tra gli arrivi anche un capolavoro mai esposto: Venere adornata dalle Grazie di collezione privata, pubblicata da Zampetti nel 1957 e rimasto all’oscuro per sette decenni (in foto).

Nella giornata di oggi 18 ottobre sono previste le collocazioni di altre tele, tra cui quelle del Museo del Prado di Madrid (San Girolamo penitente), del Musée des Beaux Arts di Strasburgo (Svenimento della Vergine durante il trasporto di Cristo al sepolcro) e dell’Ermitage di San Pietroburgo (Cristo conduce gli apostoli sul monte Tabor e Madonna delle Grazie). La mostra, promossa dalla Regione Marche con il Comune di Macerata e curata da Enrico Maria Dal Pozzolo, riunisce per la prima volta le opere di Lotto create per il territorio e poi disperse nel mondo o quelle che, per storia e realizzazione, hanno avuto forti legami con le Marche. Domani ci sarà la presentazione ufficiale: il Presidente della Regione Luca Ceriscioli e il sindaco di Macerata Romano Carancini invitano la cittadinanza al Teatro Lauro Rossi alle 15.30. Interverranno l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Moreno Pieroni e quello comunale Stefania Monterverde, il direttore del Polo museale e della Galleria Nazionale delle Marche Peter Aufreiter, il Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana S.E. Mons. Stefano Russo e il curatore della mostra Enrico Maria Dal Pozzolo.

Coinvolti anche i sindaci dei “centri lotteschi”: Ancona, Cingoli, Jesi, Loreto, Mogliano, Monte San Giusto, Recanati e Urbino, città che danno forma con Macerata a una sorta di mostra diffusa da vivere insieme alle bellezze artistiche e naturali delle Marche. La nostra regione, infatti, non ha eguali in Italia per quantità e qualità di opere dell’artista. Seguirà alle 17 il taglio del nastro a palazzo Buonaccorsi, visitabile per questa straordinaria apertura fino alle 22. La mostra Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche rimarrà aperta dal 19 ottobre al 10 febbraio.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2018 alle 11:41 sul giornale del 19 ottobre 2018 - 473 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZv0





logoEV