La Commissione UE ha bocciato la manovra economica del governo italiano

Giovanni Tria 23/10/2018 - La Commissione Europea ha respinto il Documento programmatico di bilancio, il testo che contiene le linee guida generali della manovra economica presentato dal governo italiano.

E' la prima volta dal 2013, da quando è stata introdotta la norma relativa, che la UE respinge una legge di bilancio presentata da un Paese membro. La decisione della Commissione è arrivata il giorno dopo la lettera inviata dal ministro dell'Economia Giovanni Tria per rispondere alle critiche della Commissione e confermare la volontà del governo italiano di non apportare modifiche alla manovra economica.

Secondo il vicepresidente della Commissione responsabile per l’euro, Valdis Dombrovskis, il governo Conte "sta apertamente e deliberatamente andando contro gli impegni che aveva preso”. Dombrovskis ha ricordato che a maggio la Commissione non aveva proposto l'avvio di una procedura di infrazione per debito eccessivo perchè l'Italia stava ampiamente rispettando gli impresi presi, in particolare riguardo la riduzione del deficit strutturale.

Il governo italiano ha ora tre settimane di tempo per presentare un nuovo documento programmatico di bilancio che dovrà ricevere nuovamente il parere della Commissione. Se non lo farà, come hanno più volte detto i principali esponenti di Movimento 5 Stelle e Lega, la Commissione Europea molto probabilmente avvierà una procedura di infrazione che potrebbe portare a sanzioni economiche.





Questo è un articolo pubblicato il 23-10-2018 alle 20:25 sul giornale del 24 ottobre 2018 - 611 letture

In questo articolo si parla di politica, commissione europea, unione europea, governo, legge di bilancio, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZHx





logoEV