Nasce Viva Servizi: gestirà l'acqua in 43 comuni delle province di Ancona e Macerata

30/10/2018 - Nel 2004 nasceva Multiservizi dalla fuzione di Gorgovivo e Cisco. Prese il nome temporaneo e generico in attesa di un nuovo nome. Sono passati 14 anni e finalmente il nuovo nome è arrivato: Viva Servizi.

Viva Servizi inoltre gestisce la distribuzione del gas metano in 15 comuni, tramite Edma Reti Gas. Il futuro della multiutiliti pubblica è anche nel ramo della raccolta dei rifiuti.

"I valori che ci hanno guidato in questi anni restano gli stessi - spiega il presidente Chiara Sciascia - continueremo ad offrire una buona gestione dei servizi pubblici e a salvaguardare il valore del territorio".

Viva Servizi non è sul mercato, offre servizi pubblici, non cerca quindi un ritorno in quote di mercato da questo cambio nome. Viva Servizi vuol comunicare ai proprio clienti positività e vivacità. Vuol dire che l'acqua è viva, dare un messaggio di positività. Viva Servizi intente allacciare un dialogo con i propri utenti e clienti.

L'acqua arriva ai rubinetti senza interuzioni e di buona qualità. I conti sono in ordine nonostante gli importanti investimenti fatti sul terriotorio. Nei prossimi anni la società intende investire sulle fognature, ridurre le perdite, anche sfruttando nuove tecnologia satellitari e rinnovare le tecnologie per la depurazione.







Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2018 alle 16:17 sul giornale del 31 ottobre 2018 - 419 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZU6





logoEV